Giovedi' 18 Aprile 2019

Bronchite nel gatto: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  21/08/2018

La bronchite nel gatto è un'infiammazione delle vie respiratorie, dei bronchi e dei bronchioli. Quando si verifica, il gatto ha difficoltà a respirare, oltre che ad avvertire dolore e congestione. Può essere cronica o acuta.


I bronchi e i bronchioli (più piccoli) sono simili a delle feritoie che fanno parte dei polmoni e sono responsabili del trasporto di aria e ossigeno negli alveoli. Quando si un gatto ha la bronchite, si verifica un eccesso di secrezioni che ostruiscono questi condotti e possono danneggiare il sistema respiratorio, ma anche altri organi interni, causando molto dolore.

Pensate che il vostro gatto potrebbe avere la bronchite? Continuate a leggere!

Sintomi di bronchite nei gatti

Prima di tutto bisogna sapere che la bronchite può essere associata all'asma, ed è causata (soprattutto quella cronica) da infezioni batteriche, parassiti, ipersensibilità o dalla presenza di particelle irritanti nell'ambiente.

Se la bronchite nei gatti è acuta, i sintomi compaiono improvvisamente, ma le alterazioni che si producono nelle vie aeree sono temporanei e reversibili. Nel caso di bronchite cronica, di solito i sintomi appaiono progressivamente, ma il danno può essere permanente. Parliamo di bronchite cronica felina quando dura più di due mesi.

I sintomi della bronchite nei gatti sono:

  • Tosse, che di solito inizia secca e talvolta si evolve in grassa
  • Se la tosse è molto stizzosa, a volte provoca nausea e vomito
  • Saliva schiumosa
  • Torpore
  • Starnuti e muco
  • Perdita di appetito
  • Febbre
  • Occhi che lacrimano
  • Difficoltà respiratoria
  • Intolleranza all'esercizio
gatto bronchite
Molti, se non tutti, questi sintomi sono comuni ad altre malattie. Quindi, è molto importante andare sempre dal veterinario in modo da poter definire una diagnosi accurata.

La bronchite nei gatti può svilupparsi in tutte le razze, ma i siamesi sembrano avere una maggiore propensione, specialmente le femmine.

Diagnosi di bronchite felina

A seconda dei sintomi del gatto, il tuo veterinario può decidere di effettuare alcuni test di base (analisi delle urine, analisi del sangue, esame fecale o un esame emocromocitometrico completo), o approfondire la diagnosi con altri esami quali il test della dirofilaria, della leucemia felina e del virus dell'immunodeficienza felina, radiografie del torace, colture di campioni di tessuto o muco prelevati nelle vie aeree.

A volte i test possono mostrare solo dati limitati che possono anche non confermare una condizione specifica, quindi, a volte, non si può arrivare alla diagnosi esatta.

Se possibile, fate una registrazione video dei sintomi del gatto; in questo modo aiuterete il veterinario a identificare meglio i sintomi.

bronchite asmatica gatto

Trattamento della bronchite nei gatti

Per confermare la diagnosi di bronchite nei gatti è indispensabile effettuare una radiografia del torace. In alcune occasioni, inoltre, il veterinario può effettuare un lavaggio broncoalveolare (richiede l'anestesia).

Una volta determinata la causa della bronchite, il medico prescriverà il trattamento più appropriato: antibiotici se si tratta di un'infezione batterica, antivirali se si tratta di un virus o trattamento contro i parassiti.

I problemi respiratori richiedono un trattamento immediato, quindi è importante chiamare il veterinario non appena si notano i primi sintomi della malattia. Oltre al trattamento medico, il gatto malato avrà bisogno di un ambiente adeguato per recuperare: mettete il vostro micio in una stanza calma, pulita e calda per sentirsi a suo agio.

State attenti con la tosse! Se si protrae nel tempo, può danneggiare gravemente il vostro gatto e complicare persino l'ingestione del cibo.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->