Lunedi' 24 Settembre 2018

Perchè i Cani amano la carne?

  • Pubblicato il:  23/08/2018
Clicca per ingrandire le foto

Chiunque vive con un cane sa come questi animali siano attratti da cibi e prelibatezze a base di carne. Alcuni studi hanno confermato come i cani si lasciano attrarre soprattutto da quelle pietanze che hanno una consistenza carnosa, unitamente al loro odore e sapore.

Collegamenti sponsorizzati

Queste preferenze sono una segno del passato predatorio del cane? Se è così, è un fatto innato, o c'è una forte influenza dell'ambiente nella scelta dei nostri cani verso la carne?

Recenti esperimenti condotti da ricercatori che studiano il comportamento dei cani randagi in India si è posta queste domande e ci ha fornito alcune importanti informazioni.

I cani preferiscono la carne?

Esistono cani in varie parti del mondo, tra cui il Messico, l'Italia, il Nepal, il Giappone, molti paesi africani e l'India che sopravvivono anche dando la caccia ai piccoli animali.

In India, la storia dei cani randagi è ben documentata. Risale al IX secolo aC e rappresenta più di 1.000 generazioni di cani.

I cani di strada indiani consumano una dieta ricca di carboidrati (biscotti, pane e riso) e povera di proteine. La proteina che viene consumata è sotto forma di pezzi di carne o di pesce, carne in decomposizione e resti di carcasse.

I cani domestici si stanno adattando sempre più ad una dieta basata soprattutto su carboidrati rispetto ai loro antenati lupi, proprio a causa dei cambiamenti comportamentali (diminuzione dell'istinto della caccia) e una maggiore capacità a digerire l'amido (aumento delle copie del gene AMY2B, il gene che dell'amilasi pancreatica).

Tuttavia, solo perché i cani possono consumare e digerire alimenti che contengono un'alta percentuale di carboidrati (amidi), non è detto che preferiscano tali cibi o che sia il modo più salutare per nutrirli.

cane mangia carne
Nello studio, i ricercatori indiani hanno consentito a 30 cani adulti accesso libero a varie scelte alimentari, divise in 4 singoli esperimenti:

  • Nel primo, i cani potevano scegliere tra pane, pane imbevuto d'acqua e pane imbevuto di brodo di pollo.
  • Nel secondo, la scelta andava tra pane, pane imbevuto di sugo e pollo cotto.
  • Il terzo esperimento offriva ai cani scelte tra crocchette secche per cani o pane impregnato in diverse concentrazioni di brodo di pollo.
  • L'esperimento finale ha offerto ai cani diverse combinazioni di crocchette, pane e cibo per cani, imbevute in diverse concentrazioni di brodo di pollo.

Lo scopo della scelta era quella di studiare i fattori dell'odore della carne sul contenuto dei nutrienti (proteine), ed i cani hanno dimostrato di essere in grado di selezionare da soli una dieta in base al suo contenuto di macronutrienti (proteine​/grassi/carboidrati).

Collegamenti sponsorizzati

Risultati dell'esperimento

Ecco le preferenze che sono state riscontrate in questi cani:

  • La carne (odore) batte i carboidrati. I cani hanno scelto sempre il pane imbevuto di brodo di pollo rispetto al pane secco o al pane imbevuto con sola acqua, anche se il brodo di pollo in realtà contiene solo una piccola quantità di proteine. Quando gli è stato permesso di scegliere solo visivamente, hanno preferito la carne di pollo al pane inzuppato brodo di pollo o al pane secco.

  • L'olfatto batte tutto. Quando ai cani venivano offerte crocchette (cibo ad alto contenuto proteico) o pane (cibo a basso contenuto di proteine) imbevuto con brodo di pollo, essi consumavano tutti gli alimenti allo stesso modo, senza mostrare alcuna preferenza in termini di quantità consumata.

    Tuttavia, l'ordine di selezione dipendeva dalla quantità di brodo di pollo che era presente nel cibo, indipendentemente dal suo contenuto di nutrienti. In altre parole, i cani hanno scelto in base all'odore, non in base alla quantità effettiva di proteine ​​di carne presenti nel cibo.

  • Regola empirica: i cani scelgono il cibo che profuma meglio di carne. I risultati finali dei quattro esperimenti supportano l'esistenza della suddetta regola empirica per la scelta del cibo. Questo significa che i cani preferivano cibi che odoravano di carne (ma che non erano necessariamente buone fonti di proteine) rispetto a quelli che odoravano meno di carne, anche quando gli alimenti meno profumati contenevano più ingredienti a base di carne e un maggiore contenuto proteico.

    Questo ha senso, poiché in natura un odore di carne più forte è strettamente correlato ad un elevato contenuto di carne e proteine ​​e predice quantità di carne più elevate.

    I ricercatori hanno concluso che mentre i cani domestici si sono adattati uno stile di vita diverso, non hanno mai rinunciato al loro istinto innato verso la carne. Quindi, anche se il cane domestico si è effettivamente evoluto per digerire i carboidrati in modo più efficiente, continuano ad essere fortemente attratti dall'odore della carne e da quegli alimenti dall'odore carnoso.
ossa per cani
Ma aspettate, le sorprese non sono finite. Gli stessi ricercatori si sono poi chiesto: "I cani domestici sono nati con una preferenza per la carne, o è un istinto acquisito?"

I ricercatori hanno condotto altri esperimenti su alcuni cuccioli che avevano 8-10 settimane di età. e hanno scoperto che:

  • I cuccioli non discriminano il cibo. A differenza dei cani adulti, i cuccioli vicino all'età dello svezzamento non mostravano una chiara preferenza per i cibi che odoravano di carne e sceglievano tutti i cibi in modo uguale, indipendentemente da quanto odorassero di carne.

  • I cuccioli usano una strategia di sniff e snatch. Mentre i cani adulti tendevano prima ad annusare e ispezionare le varie scelte alimentari disponibili prima di sceglierne una, i cuccioli non mostravano questo comportamento.

    Piuttosto, sentono l'odore del cibo, mangiano e poi passano al cibo successivo, senza alcuna preferenza. La stragrande maggioranza (89%) delle scelte fatte dai cuccioli ha seguito questo modello di comportamento.

Conclusioni

I primi risultati dello studio su cani adulti ci dicono che questi animali scelgono gli alimenti basandosi principalmente sull'odore piuttosto che sulla capacità di discernere il contenuto effettivo di carne.

I cani adulti, in pratica, scelgono in base alla regola di "Se odora di carne, la mangio".

Anche se i risultati dello studio non hanno dato risultati diversi da quelli che sapevamo, gli autori hanno scoperto che il profumo della carne era più importante della quantità effettiva di carne (o proteine) del cibo.

I cuccioli appena svezzati, al contrario, mancano di questo pregiudizio.

A livello pratico, questi dati, insieme a quelli di molti studi precedenti sulle preferenze di gusto nei cani, ci dicono che gli alimenti che vengono offerti a un cucciolo in giovane età possono influenzare le preferenze da adulto.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere