Mercoledi' 22 Gennaio 2020

Cavalli, cani, gatti, conigli... In Normandia, questo osteopata cura gli animali

Foto Cavalli, cani, gatti, conigli... In Normandia, questo osteopata cura gli animali

Manon Lefrançois, 24 anni, è un osteopata per animali che vive in Normandia. Cura i disturbi di cavalli, mucche ma anche di altri animali: gatti, cani, criceti, porcellini d'India, conigli, uccelli e persino rettili. Viaggia per tutta la Normandia e si prende cura degli animali direttamente a casa. "È importante vedere l'ambiente in cui vivono, mi dà informazioni per il trattamento", spiega il giovane professionista.

“L'osteopatia viene praticata sugli animali allo stesso modo degli uomini, quindi possiamo trattare tutti gli animali!"

L'osteopatia per sostituire i farmaci

L'osteopata, laureata presso una scuola francese di osteopatia animale a Caen, si concentra sugli animali domestici. “Lavoro molto con i cavalli ma anche con cani da caccia, perché questi sono animali molto richiesti e che possiamo aiutare”, spiega la ragazza.

Tuttavia, come gli uomini, tutti gli animali possono aver bisogno di un trattamento osteopatico: "em>A volte una sessione osteopatica è già sufficiente per trattare la congiuntivite. Un massaggio può essere utile prima della soluzione farmacologica".

L'osteopatia animale può aiutare in particolare gli animali più anziani con l'artrosi. “Ho aiutato un cane che non poteva più spostare le sue zampe posteriori. In una sessione, ha riguadagnato la mobilità. Il suo padrone aveva le lacrime agli occhi, quasi non ci credeva!"

Sessione di un'ora

La sessione dura circa un'ora e si svolge in più fasi. "Inizia con l'anamnesi, vale a dire, ponendo alcune domande al proprietario per conoscere lo stile di vita, l'attività e persino la storia dell'animale", spiega Manon Lefrançois.

Viene quindi eseguito un esame statico, inclusa una prima palpazione per rilevare aree di calore o rigidità, asimmetrie muscolari o aree di ipersensibilità. “Un esame dinamico può quindi evidenziare irregolarità, zoppia o addirittura mancanza di ampiezza articolare. È seguito da una seconda palpazione mirata.

Successivamente avviene il trattamento vero e proprio, con la manipolazione dell'animale. Infine, l'osteopata consiglia al proprietario la riabilitazione per l'animale. In tutti i casi si raccomanda un riposo di 48 ore per garantire il ritorno all'equilibrio del corpo."

Osteopati contro veterinari?

In alcuni casi gli osteopati per animali possono sostituire il ruolo del veterinario? "No, non vogliamo prendere il loro posto", afferma Manon Lefrançois. "Siamo complementari. Ad esempio, la nostra esperienza può essere utile prima di un trattamento farmacologico. Ma a volte, a seconda delle condizioni dell'animale, non lo gestisco nemmeno e parlo direttamente con un veterinario".

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->