Venerdi' 25 Settembre 2020

Il mio gatto ha mangiato aglio: cosa fare?

Foto Il mio gatto ha mangiato aglio: cosa fare?

L'aglio è uno degli ingredienti più comuni nelle cucine, ma cosa succede se il gatto lo mangia? L'aglio fa bene o male ai gatti? E' pericoloso? Le esigenze alimentari del gatto sono specifiche. Stiamo parlando di un animale predatore al 100% e quindi dovrebbe mangiare principalmente carne. Tuttavia, la sua alimentazione potrebbe includere altri nutrienti che possono dare benefici, soprattutto sul suo sistema immunitario. L'aglio è un ingrediente che può aiutare a rafforzarlo? Dopotutto, è una fonte di vitamine per le persone.

Cosa deve mangiare un gatto?

Nutrire un gatto con cibo umano è un errore enorme. Infatti, la maggior parte del nostro cibo è malsana e talvolta persino tossica per i nostri amici animali. Tra questi troviamo le piante di allium, che includono Cipolle, erba cipollina, scalogno, porri e ... aglio. I gatti non secernono l'enzima necessario per la corretta digestione di cipolle e altre piante dalla sottofamiglia dell'aglio.

Quando condividete il vostro pranzo con il vostro micio, state attenti!! Spesso mettete a rischio la sua salute e persino la sua vita. Ci sono gatti che amano l'odore dell'aglio e quelli che impazziscono alla vista di un ramoscello di erba cipollina! Non bisogna assolutamente permettergli di avvicinarsi a questi prodotti. L'aglio per un gatto è un veleno pericoloso.

In quali dosi l'aglio è dannoso per il gatto?

Le cipolle sono tossiche per il gatto in qualsiasi forma e in qualsiasi quantità. E l'aglio? La situazione è abbastanza simile. Tutte le parti di aglio (gambo, foglie, fiori, che si formano nell'infiorescenza) sono velenose per il gatto ed in tutte le forme (fresco, in polvere, granulato, aceto di aglio, ecc.).

Cipolle e aglio sono più tossici per i gatti di 5 volte rispetto ai cani! L'avvelenamento può verificarsi dopo una singola ingestione o con un consumo frequente di piccole quantità. I sintomi dipenderanno dalla quantità consumata e dalle condizioni generali del gatto. Possono apparire dopo 24 ore e anche dopo 3 giorni dal consumo del prodotto.

Sintomi dopo che un gatto mangia aglio


  • vomito
  • salivazione
  • diarrea
  • mal di stomaco
  • mancanza di appetito
  • sonnolenza e apatia
  • febbre
  • battito cardiaco accelerato (tachicardia)
  • prurito alla pelle
  • mucose gialle o molto pallide
  • urina rossa o marrone (sangue)

I sintomi di avvelenamento da aglio inizialmente possono essere notati solo negli esami diagnostici di laboratorio. Se avete il sospetto che il vostro gatto possa aver ingerito parti di questa pianta non esitate e portatelo immediatamente da un veterinario. Come già sapete, i sintomi possono manifestarsi dopo pochi giorni.

In caso di avvelenamento, il veterinario può rilevare parametri anomali nel sangue, in particolare i valori di eritrociti. Le parti tossiche presenti nell'aglio -solfossidi e disolfati- distruggono i globuli rossi dell'animale e portano alla comparsa di anemia. Inoltre causano problemi allo stomaco, ai reni, al fegato, e persino la morte del gatto.

L'aglio crudo e le cipolle possono causare anche ulcerazioni e irritazioni alla bocca, all'esofago e allo stomaco. Ovviamente non tutti i gatti reagiscono allo stesso modo, ma non vale la pena rischiare sulla salute del vostro animale.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->