Martedi' 18 Febbraio 2020

Guppy (Poecilia reticulata) nell'acquario. I nostri consigli

Resistente e facile da allevare, il Guppy (Poecilia reticulata), è un elegante pesciolino molto popolare tra gli acquariofili. È adatto sia per principianti che per esperti e può coesistere con molte altre specie senza problemi. Scopri tutto sul Guppy preparando un acquario adatto alle sue esigenze!


Il Guppy: che pesce è?

Il Guppy è un pesce appartenente alla famiglia Poeciliidae. Originario dei Caraibi e del Sud America, fu scoperto nel 1859 e rapidamente commercializzato per la sua bellezza. Oggi, è uno dei pesci più popolare tra gli appassionati di acquari.

Il maschio misura fino a 4 cm e la femmina, più grande, può raggiungere i 5 cm. I maschi sono i più colorati e i più ricercati per la loro bellezza. Il Guppy sa come soddisfare la maggior parte dei acquarofili, grazie ad una coda piuttosto colorata a forma di vela e presenta una moltitudine di colori. Che delizia tutti i desideri!

Questo piccolo pesce abbastanza vivace è abbastanza resistente, piacevole da osservare e tende ad occupare la parte superiore dell'acquario, il che lo rende molto visibile.

Il Guppy è anche un pesce che si riproduce facilmente. Essendo ovovivipari, le uova vengono incubate direttamente nel ventre della femmina e questa dà alla luce i suoi piccoli già formati e in grado di nuotare e nutrirsi. La riproduzione è facile grazie anche al fatto che il maschio è molto esigente.

Una femmina può salvare il seme di un maschio dopo la fecondazione e dare alla luce tre o quattro cucciolate dopo una singola fecondazione, anche se è stata isolata.

La maggior parte dei Guppy viene venduta ad un prezzo che varia tra 1 / 5 euro ciascuno. Tutto dipende dalla sottospecie e dalla loro colorazione. Ovviamente, i prezzi sono più alti se si va da un allevatore o per le specie più belle e ricercate.

razze guppy

Razze di Guppy

La diversità della specie si osserva principalmente nel maschio. Questi, infatti, possono mostrare una vasta gamma di colori, forme e motivi. Tuttavia, la specie è riconoscibile grazie a tre elementi:

  • Il colore di fondo: il colore di fondo è quello che il guppy "indossa" fin da giovanissimo e prima della formazione degli schemi. I colori di sfondo più comuni sono biondo, oro e grigio.

  • Il colore di superficie: il colore di superficie è quello che corrisponde alle macchie di colori e motivi vivaci che si formano sul corpo del guppy in età adulta. Ne esistono diversi, anche se i più comuni sono lo smoking, il diamante, la mosca, il cobra e la pelle di serpente.

  • La forma delle pinne: la coda del guppy, o pinna caudale, è quella che presenta la più grande varietà di forme. Può essere rotonda, a forma di vela, lira, doppia spada, ecc.

Anche se le femmine di Guppy sono meno apprezzate, in particolare per il loro aspetto più classico, sono comunque essenziali e devono convivere con i maschi, in numero maggiore rispetto a questi ultimi. Le femmine sono riconoscibili per il loro corpo più rotondo e la tonalità più grigiastra, con un velo di colore abbastanza classico, l'unico vero punto di colorazione.

Caratteristiche dell'acquario per il Guppy


UN GRANDE ACQUARIO RETTANGOLARE
Il Guppy è un pesce gregario ed ama vivere in gruppo. Quindi, evitate di adottare meno di quattro pesci, un maschio per tre femmine. Sebbene sia piccolo, ha bisogno di spazio per nuotare e riprodursi. Idealmente, bisognerebbe acquistare un acquario di almeno 75 litri per 4, o minimo 100 litri per 10 pesci.

Preferite un formato rettangolare per consentire al Guppy di nuotare in pace nella parte superiore.
FILTRAZIONE POTENTE
È indispensabile filtrare correttamente l'acqua dell'acquario, perché il Guppy la inquina molto. Dimenticatevi quei serbatoi non equipaggiati o non "predisposti" per la filtrazione. Optare per un modello di grandi dimensioni in grado di filtrare con una portata superiore a tre volte il volume del serbatoio.

I filtri esterni sono preferibili perché sono più efficaci. Tuttavia, anche un buon filtro interno può essere sufficiente, se è potente.
QUALITA' DELL'ACQUA
Anche se il Guppy è un pesce resistente e può vivere nella maggior parte degli acquari, è importante rispettare un pH tra 6,5 ​​e 7,5 e una durezza (gH) tra 3 e 20.

La temperatura dovrebbe essere preferibilmente tra 20 e 25° C, anche se il Guppy tollera bene fino a 28 °C (se questa temperatura è necessaria per le altre specie presenti nell'acquario).

Ovviamente, non mettete i Guppy in un acquario appena riempito. È importante rispettare il ciclo dell'azoto. Quindi, lasciate l'acquario "vuoto", vale a dire senza pesci, per almeno 4 settimane. Nel frattempo, l'equilibrio naturale del serbatoio si sarà stabilizzato e il pesce potrà vivere nelle condizioni migliori.
PIANTE VERE E DECORAZIONI
Il Guppy apprezza la presenza di piante acquatiche vere e oggetti decorativi non taglienti, perché le sue pinne sono molto sensibili e fragili. Installate anche dei nascondigli per i giovani Guppy appena nati, in modo da proteggerli meglio.

Comprate le piante e gli oggetti per tipologia e altezza per offrire un miglior comfort ai nuovi arrivati.

pesci guppy acquario

Cosa mangiano i Guppy

Il Guppy è onnivoro e si diletta nelle larve di zanzara. Digerisce molto bene granuli e scaglie di tutti i tipi, purché siano piccoli.

Potete dare anche cibi surgelati (lombrichi, artemia, ecc.) e piccole verdure (spinaci, zucchine, ecc.) in modo da coprire perfettamente le esigenze nutrizionali del pesce.

Pesci compatibili con i Guppy

Quali pesci possono convivere con il Guppy? Il Guppy è un pesce socievole e può coesistere con un gran numero di specie. Ovviamente, se avete un acquario di piccolo o medio volume, evitate di mischiarli con pesci grandi (che possono essere predatori) o cacciatori (Betta splendens), perché possono attaccarli scambiandoli per congeneri a causa della loro pinna.

Per quanto riguarda i Guppy, ricordatevi di avere sempre un rapporto di tre femmine per un maschio, o di mettere solo maschi, perché vanno d'accordo tra loro.

Il Guppy convive molto bene con queste specie vicine:

  • Guppy Endler o Wild Guppy: questo cugino supporta il classico Guppy. Meno colorato di quest'ultimo, si avvicina alle tonalità più scialbe e grigie del Guppy in natura.

  • Molly: il Molly è un cugino che può raggiungere il doppio del Guppy e che ha bisogno di più spazio.

  • Platy: molto colorato, questo pesce è più piccolo del Molly e più grande del Guppy. In termini di fisico e comportamento, assomiglia molto a quest'ultimo.

Nonostante la loro somiglianza, a queste specie non dovrebbe essere permesso di riprodursi con il Guppy, poiché ciò potrebbe dare origine a ibridi malformati.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->