Giovedi' 3 Dicembre 2020

Il mio cane salta quando saluta

Il fatto che il cane salti addosso alle persone che entrano in casa o che le si avvicinano è un comportamento che spesso la maggior parte proprietari ritengono inopportuno, soprattutto se a farlo sono cani di taglia grande. Inoltre, può essere pericoloso se a subire sono bambini o persone anziane.


In genere è un comportamento che sicuramente è stato permesso e, quindi, rinforzato quando il cane era ancora un cucciolo; in quei primi mesi amiamo quell'effusione di affetto e li lasciamo saltare, intrufolarsi tra le gambe, leccarci, ecc., senza rendercene conto che in futuro potrebbe diventare un problema.

Spesso i proprietari cercano di risolverlo utilizzando comandi incoerenti, il che rende il problema ancora più persistente. Questo genera a sua volta più stress sui proprietari che cercano di punire il comportamento con rabbia, il che a sua volta aggrava la situazione.

Molti addestratori cercano di spiegare questo comportamento basandosi solo sulle linee guida etologiche dei lupi in cui i membri che saltano su altri membri lo fanno per una questione gerarchica: per imporre il loro dominio su un altro membro più debole. La verità è che questa concezione del problema è semplicistica e non considera il cane come un'etospecie diversa dal lupo.

È vero, gli studi effettuati sui lupi sono molto utili, ma è anche vero che nella maggior parte dei casi non riescono a spiegare il comportamento del cane. Il cane condivide la vita e le routine giornaliere con gli umani da migliaia di anni, quindi questo tipo di comportamento domestico non può essere spiegato solo in base alle regole del dominio. C'è una relazione, sostanzialmente diversa da quella che instaurano con i loro coetanei.

Cause possibili

Nella maggior parte dei casi il cane salta di gioia per accogliere il suo padrone o le persone che gli si avvicinano. È un comportamento relativamente naturale in cui il cane si eccita ed esprime quell'eccitazione e gioia salutandoci in modo molto espansivo.

Ci sono anche casi in cui il cane salta sulle persone per cercare di imporre una posizione dominante. Questo tipo di problema è molto raro ma quando si verifica è importante trattarlo per tempo perché può essere pericoloso per le persone.

Perchè continua a farlo?

Molte persone ci raccontano che il loro cane salta verso di loro quando tornano a casa anche se ogni volta viene rimproverato duramente. Per capire perché un comportamento viene mantenuto nel tempo dobbiamo comprendere un concetto basilare delle leggi dell'apprendimento animale.

Una punizione, per definizione, riduce sempre la probabilità che il comportamento appaia in futuro. Se con i nostri rimproveri il cane continua a saltarci addosso, possiamo solo concludere una cosa: che questi rimproveri non funzionano come punizione per il cane.

cane salta addosso

Cosa possiamo fare?

Come in quasi tutti i problemi comportamentali, ci sono diversi livelli e modi per affrontarli. Per modificare questo tipo di comportamento, è importante essere coerenti quando si applica la tecnica scelta; inoltre, più a lungo è il problema è rimasto irrisolto, più tempo avremo bisogno per cambiarlo. Quindi, se parliamo di un cucciolo, prima gli insegniamo a salutare in modo calmo e stabile, meglio è.

A seconda del grado di eccitazione con cui il cane ci riceve, dovremo applicare un tipo di tecnica o un'altra. Puoi anche provare a trovare la tecnica che funziona meglio per il tuo cane. Devi solo essere consapevole che questi problemi richiedono tempo e che applicare la tecnica per 4 giorni non è sufficiente al cane per modificare un modo di salutare che probabilmente è presente da tempo. Esaminiamo alcune delle cose che possiamo fare:

CONTROCONDIZIONE
Molti formatori consigliano di utilizzare il comando "sit" (siediti) per affrontare questo tipo di problema. Noi, invece, sconsigliamo di utilizzare questo comando per risolvere questo problema poiché consideriamo che in qualche modo lo peggiora (controcondizionamento statico); Chiedendogli di sedersi, l'unica cosa che facciamo è far caricare il cane del "desiderio" (pressione passiva della motivazione) e in qualche modo generiamo energia residua e più irrequietezza in lui, che è proprio quello che bisogna evitare.

È più consigliabile utilizzare un'azione incompatibile che coinvolga il movimento nel cane (controcondizionamento dinamico), ad esempio, girandoci intorno, ma solo nei casi in cui le circostanze lo richiedono.
SALUTO PESANTE
Una tecnica che dà risultati abbastanza positivi ma che richiede tempo e molta perseveranza è il “saluto pesante”. Come possiamo farlo? Quando arriviamo a casa e il cane ci salta addosso, lo afferriamo e lo salutiamo senza farlo scendere, in modo molto espansivo. Dobbiamo mantenere questo atteggiamento fino a quando il cane non ha mostrato segni molto chiari di volersi allontanare da noi perché lo stiamo infastidendo.

Ciò che si intende ottenere è che sia il cane stesso a smettere di voler salutare in quel modo, e quindi risolviamo il problema del carico motivazionale che abbiamo spiegato nel punto precedente.
SALUTARE CON CALMA
Più che un modo di affrontare questo specifico problema, è una regola generale, soprattutto quando dobbiamo affrontare problemi come effusione, nervosismo, stress ...
SALUTATELO SOLO QUANDO SI CALMA
Possiamo accovacciarci all'altezza dei suoi occhi (per gestire la predisposizione a saltare in cima), parlare a bassa voce e accarezzarlo dolcemente. Tieni presente che finché non raggiunge uno stato di calma bisognerà ignorarlo completamente, voltandogli le spalle se necessario. Questo modo di agire è quello corretto per educare un cucciolo in modo che in futuro ci saluti in modo sereno.
ESERCIZIO FISICO
La maggior parte dei problemi comportamentali che hanno a che fare con nervosismo, ansia, stress, ecc., migliorano notevolmente quando il cane è stanco. Con l'esercizio si eliminano dal cane l'energia residua che influenza sempre negativamente questo tipo di problemi. L'esercizio fisico è una parte fondamentale per il benessere del tuo animale in generale, ma più importante in questi casi.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->