Mercoledi' 5 Ottobre 2022

Leishmaniosi del Cane: cosa sapere sulla malattia

  • Pubblicato il:  24/05/2022

Foto Leishmaniosi del Cane: cosa sapere sulla malattia

La leishmaniosi è una malattia parassitaria cronica grave e poco conosciuta, trasmessa dal flebotomo, un insetto simile alle zanzare che imperversa da aprile a ottobre, nutrendosi del sangue di animali e umani. Una volta contratta la malattia, si osserva un'evoluzione più o meno rapida dei sintomi.


Come si trasmette la leishmaniosi?

La leishmaniosi viene trasmessa ai cani principalmente dal morso dell'insetto portatore, anche se è possibile una contaminazione tra cani. Anche una cagna può trasmettere il parassita ai cuccioli. Proprio come nella zanzara, è la flebotomo femmina attiva di sera e di notte, che punge e trasmette la malattia.

Le zone preferite del flebotomo sono la testa e le estremità (zampe, muso, orecchio). Una volta impiantato, il parassita si diffonde nelle cellule del cane, raggiunge gli organi e attacca il sistema immunitario. Non tutti i cani morsi contraggono la malattia, ma gli individui deboli e alcune razze sono più a rischio.

Quali sono i sintomi della leishmaniosi?

I segni clinici della leishmaniosi canina sono diversi, spesso possono essere lesioni cutanee ulcerative del naso e degli occhi, dermatiti (pelle secca), alopecia con formazione di croste e squame (forfora). Può verificarsi una graduale perdita di peso senza perdita di appetito, epistassi, eccessiva crescita delle unghie e talvolta febbre.

Il cane può anche soffrire di ingrossamento dei linfonodi e di alcuni organi (fegato, milza). Anche i reni possono essere colpiti, causando gravi danni e spesso irreversibili (insufficienza renale).

L'infiammazione delle strutture dell'occhio, che porta a congiuntivite (occhio rosso e doloroso con secrezione) e zoppia sono altri sintomi della leishmaniosi. A seconda dell'evoluzione della malattia, le condizioni generali del cane possono deteriorarsi rapidamente fino alla morte.

Esistono cure per la leishmaniosi?

La leishmaniosi è incurabile, e nulla fino ad oggi può debellare tutti i parassiti presenti nell'organismo, ma è sempre possibile un trattamento sia per iniezione che per terapia orale. Questi trattamenti consentono di ridurre i sintomi, ma la malattia rimarrà fatalmente cronica e possono sempre verificarsi ricadute.

Prima ancora di prendere in considerazione una terapia, il veterinario deve sempre diagnosticare la malattia attraverso alcuni esami (esame del sangue, prelievo di midollo osseo, ecc.) e, a seconda dei suoi progressi, ti proporrà un piano terapeutico appropriato.

La gestione è pesante e costosa ed è essenziale eseguire un regolare follow-up clinico per monitorare l'evoluzione della leishmaniosi. Purtroppo, la maggior parte dei casi di leishmaniosi finisce con la necessaria eutanasia dell'animale, soprattutto quando l'insufficienza renale è grave e il danno agli organi interni è troppo vasto. Prevenire quindi è meglio che (cercare di) curare...

Quale prevenzione contro la leishmaniosi canina?

Esiste un vaccino contro la leishmaniosi, che però non fornisce una protezione al 100% e deve essere integrato da misure preventive per ridurre il rischio di essere morsi. Applicare ad esempio prodotti repellenti come repellenti per zanzare o insetticidi, non portare fuori il cane la sera o la notte quando sono attivi i flebotomi, installare zanzariere per limitare l'ingresso di insetti in casa...

Chiedi consiglio al tuo veterinario, che può informarti sulle diverse soluzioni insetticide e determinare quale molecola è più adatta al tuo animale in base al suo stile di vita e al rischio di esposizione. Va affrontata anche la questione del vaccino, in modo che il veterinario decida sulla necessità o meno di praticarlo. È essenziale prendere le precauzioni sopra menzionate, anche se il tuo cane è vaccinato.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli