Martedi' 12 Dicembre 2017

Tipi di leishmaniosi nei Cani: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  16/05/2017

La leishmaniosi canina è una malattia che di solito viene trasmessa attraverso il morso di una zanzara che ha già morso un cane infetto. Il trattamento per la leishmaniosi non è molto efficace e la maggior parte dei cani non riesce a guarire, quindi la prevenzione è molto importante.

Collegamenti sponsorizzati

Si tratta di una delle malattie più gravi del cane, può essere causata da parassiti protozoi del genere Leishmania ed è altamente contagiosa, a prescindere dalla razza.

In questo articolo parleremo dei diversi tipi di leishmaniosi, dei sintomi e di come trattarla. Vi spiegheremo anche come prevenire questa terribile malattia che non ha a tutt'oggi una cura.

Che cosa è leishmaniosi canina?

E' una malattia che prende il nome dal parassita che infetta il cane (Leishmania) e che viene trasmesso da zanzare Phlebotomus attraverso il loro morso. Sono le femmine che durante il crepuscolo o al tramonto cercano una preda da pungere, perché hanno bisogno di nutrirsi del loro sangue.

E' proprio in questo momento che si verifica l'infezione, e se il cane è stato infettato da parassiti della leishmania, le zanzare possono assorbire alcuni di questi parassiti e trasmetterli ad altri cani.

Quindi, in sintesi, la leishmaniosi è una malattia causata dal parassita Leishmania a seguito della puntura di una zanzara. Anche se questa malattia è più comune negli animali, può essere trasmessa anche all'uomo (zoonosi). Leggi: Malattie trasmissibili cane-uomo

zanzara leishmaniosi
Se il nostro cane è affetto da leishmaniosi e viene trattato, non dobbiamo preoccuparci per un possibile contagio, in quanto le probabilità di infezione tra cane - uomo sono praticamente nulle.

Tipi di leishmaniosi canina

Ci sono due tipi di leishmaniosi chiaramente identificabili e che possono svilupparsi nei nostri cani:

  • 1. La leishmaniosi cutanea che colpisce principalmente la parte esterna e visibile del cane come la pelle e il pelo

  • 2. La leishmaniosi viscerale che attacca dall'interno e può infettare gli organi vitali del cane.
Riconosce il tipo di leishmaniosi è essenziale per iniziare subito il trattamento più appropriato, anche se , come vedremo, le cure non sono sempre efficaci. Quindi è essenziale individuare la malattia prima di trattarla.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

I sintomi della leishmaniosi cutanea

I sintomi della leishmaniosi cutanea nei cani sono ben visibili ad occhio nudo, ed il veterinario è in grado di dire se il cane è stato infettato già con un esame fisico. Bisogna ricordare, che alcune malattie possono causare sintomi simili, quindi prima di fare diagnosi avventate è necessaria una valutazione veterinaria.

  • Pelle secca e fragile sul naso.

  • Crescita veloce delle unghie.

  • Desquamazione della pelle intorno agli occhi e al naso, a volte con formazione di croste.

  • Ingrossamento delle ghiandole linfatiche (anche se non è un sintomo comune). Leggi: Linfonodi gonfi nel Cane

  • Perdita di pelo a chiazze e on aree ulcerate diffuse.

  • Perdita di brillantezza del pelo e desquamazione della pelle (simile alla forfora). Leggi:La forfora nel Cane

I sintomi della leishmaniosi viscerale

cane con la leishmaniosi
Questo tipo di leishmaniosi è meno evidente e di conseguenza più letale, e le possibilità di sopravvivenza dipendono in gran parte dall'effetto delle cure palliative.

Attacca gli organi interni e di solito produce emorragie. I sintomi della leishmaniosi viscerale nei cani sono i seguenti:

Trattamento della leishmaniosi nei cani

Il trattamento è diverso a seconda del tipo di leishmaniosi acquisita e dalla progressione della malattia, quindi non non c'è alcun trattamento standard come con le altre malattie.

A secondo della gravità e dello stato di salute generale del cane, il trattamento della leishmaniosi sarà più o meno aggressivo.

Ripetiamo ancora che è essenziale identificare in tempo la malattia e iniziare subito le cure necessarie; solo così il nostro cane avrà più probabilità di vivere una vita lunga e dignitosa. I cani con diagnosi di malattia avanzata hanno meno probabilità di sopravvivenza.

A seconda del tipo di leishmaniosi, il veterinario prescriverà antidolorifici, antibiotici e farmaci per rafforzare il sistema immunitario, in quanto i cani affetti da questa malattia tendono a soffrire di malnutrizione causata dalla mancanza di appetito.

Anche se il nostro cane ha superato la fase critica della malattia non guarisce completamente e dovrà continuare a essere trattato con farmaci specifici per evitare ricadute e per ridurre il rischio di infettare altri cani.

Si può prevenire la leishmaniosi nei cani?

cane vaccino
Attualmente non esistono vaccini che hanno la capacità di combattere al 100% l'infezione, anche se ci sono studi in fase avanzata che promettono grandi risultati.

Potete trovare alcuni vaccini innovativi, ma non sembrano avere effetti sui cani di piccola taglia (meno di 10 Kg), che spesso soffrono degli effetti collaterali della malattia.

Se il vostro cane pesa più di dieci chili e volete provare questi vaccini, vi consigliamo di consultare prima il veterinario. Ci sono collari e pipette che respingono le zanzare che trasmettono il parassita, ma, come nel caso dei vaccini, non sono efficaci al 100%.

Una buona igiene, il vaccino contro la leishmaniosi canina (deve essere rinnovato ogni anno), l'utilizzo di pipette e collari repellenti per le zanzare, dovrebbero essere sufficienti per prevenire il contagio nel nostro cane.

Aree di maggiore rischio di leishmaniosi canina

In Italia il rischio di infezione da leishmaniosi è molto alto soprattutto nel sud del paese (Sicilia, Sardegna), con maggiore probabilità nelle aree con alto tasso di umidità, vicino a laghi o bacini, fiumi, etc...

Le zanzare che trasmettono la leishmaniosi attraverso il loro morso di solito sono più attive durante la primavera e l'estate durante il crepuscolo e il tramonto. E' impossibile controllare il cane costantemente per evitare di essere morso da questo tipo di zanzara, quindi è meglio applicare tutte le precauzioni possibili.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere