Lunedi' 22 Aprile 2019

Meningite nel Gatto: cause, sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  03/12/2018

La meningite è una condizione che si verifica nei gatti quando uno o più dei tre strati di tessuto che circondano e proteggono il cervello e il midollo spinale, conosciuti come "meningi", si infiammano o vengono infettati. La meningite felina non è una malattia, ma una condizione patologica molto seria e dolorosa.


Questo in genere causa l'infiammazione del cervello e/o del midollo spinale, causando deficit neurologici diretti. È più comune nei cani che nei gatti domestici, ma molti felini di qualsiasi età, razza o sesso possono esserne ugualmente colpiti.

Cause di meningite nel Gatto

La meningite può essere causata da tutto ciò che innesca un processo infiammatorio nei tessuti delle meningi. Può essere virale, protozoico, batterico, fungino o parassitario.

Anche le tossine chimiche (piombo, arsenico, ecc.) sono spesso associate, così come le cellule tumorali metastatiche possono causare o contribuire alo sviluppo della meningite.

Anche le infezioni da peritonite infettiva virale felina e parassiti del sangue diffusi con le zecche, come la febbre delle Montagne Rocciose e l'Ehrlichiosi, possono causare la meningite felina. La meningite è una condizione estremamente grave e può essere fatale.

Sintomi di meningite nel Gatto

Come abbiamo detto, la meningite è l'infiammazione delle meningi, le tre membrane che circondano e proteggono il cervello e il midollo spinale. E' un problema medico molto serio, e se il vostro gatto manifesta uno dei segni clinici di questo disturbo, è importante farlo visitare immediatamente dal veterinario.

La diagnosi precoce e il trattamento possono migliorare la prognosi, anche se molto dipende dal motivo per cui si è verificata la meningite.

I sintomi della meningite comprendono:

  • Febbre
  • Rigidità del collo e degli arti
  • Spasmi dolorosi dei muscoli della schiena
  • Estrema sensibilità al tatto

Una febbre alta può contribuire a inappetenza e letargia, mentre l'andatura del gatto diventa spesso barcollante e le loro gambe sembrano non piegarsi normalmente.

La rigidità del collo nei gatti con meningite può essere così grave che la testa si inclina lateralmente con il mento rivolto verso la schiena.

Quando qualcuno tocca il gatto, la sua pelle può contrarsi, il gatto può diventare aggressivo o può guaire dal dolore. I gatti con meningite avanzata di solito diventano molto depressi, ciechi e progressivamente paralizzati.

Convulsioni, confusione, agitazione e aggressività sono abbastanza comuni. La meningite avanzata può anche causare una condizione chiamata atassia, in cui il gatto non può coordinare i suoi movimenti muscolari.

Diagnosi di meningite nei Gatti

Molti casi di meningite vengono diagnosticati mediante campionamento e coltura del liquido cerebrospinale. Di solito vengono eseguiti anche esami del sangue e delle urine per escludere alte cause sistemiche dei sintomi.

Se questi risultati sono negativi, il veterinario può prescrivere un ciclo di terapia farmacologica sintomatica; se il trattamento ha successo, si presume una diagnosi di meningite.

gatto letargico
In alcuni casi, il veterinari possono consigliare altri test, tra cui un prelievo spinale, una risonanza magnetica e/o una TAC. Questi test sono costosi e non sono sempre disponibili, specialmente nelle cliniche meno attrezzate.

La meningite è potenzialmente pericolosa per la vita del gatto, e solo una diagnosi precoce e il corretto trattamento sono le basi per un recupero.

Trattamento della meningite felina

La meningite nei gatti è spesso difficile da diagnosticare e ancora più difficile da curare.

Alcuni veterinari possono iniziare una terapia di trattamento con farmaci corticosteroidi ancor prima che venga confermata la diagnosi, in modo da calmare gli effetti dell'infiammazione sul sistema nervoso che spesso sono indotti da virus.

Spesso è necessario un trattamento ospedaliero aggressivo. La meningite batterica, quando si manifesta, richiede potenti antibiotici che riescano ad attraversare la barriera ematoencefalica, somministrati a dosi elevate e per lunghi periodi di tempo.

Anche l'assistenza infermieristica è importante per gestire i pericolosi effetti collaterali che la meningite può causare nei gatti. Farmaci anti-convulsivi, anticonvulsivanti, fluidoterapia endovenosa, integratori alimentari e farmaci per il dolore sono necessari nei casi più gravi di meningite. Ci possono volere mesi prima che un gatto si riprenda dalla meningite e spesso questi trattamenti dovranno essere somministrati per altre settimane.

Se al tuo gatto è stata diagnosticata una meningite, dovreste parlarne apertamente con il veterinario sulle opzioni di trattamento e su quanto il vostro animale possa rispondere a tali opzioni.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->