Martedi' 12 Dicembre 2017

Probiotici per cani: alcuni consigli

  • Pubblicato il:  31/08/2017
Foto Probiotici per cani: alcuni consigli

Ultimamente, prebiotici e probiotici per cani stanno diventando sempre più oggetto di discussione tra i proprietari di cani. Ma quali sono i migliori probiotici per il cane e a cosa servono?

Collegamenti sponsorizzati

I probiotici sono conosciuti da molto tempo, e anche il chimico e batteriologo Luis Pasteur ne ha rilevato gli effetti positivi negli esseri umani già nel XIX secolo. Il fatto è che, fino ad oggi, la medicina veterinaria non aveva prestato molta attenzione al probiotico.

Nelle persone e nei cani, vivono milioni di batteri e microrganismi. Molti di loro si trovano in bocca, intestino tenue e in particolare dell'intestino e del colon.

I probiotici o "batteri buoni" agiscono in simbiosi con il nostro organismo e con quello degli animali, migliorandone notevolmente le funzioni vitali. Ecco perchè sono così importanti!!

Cosa sono e a cosa servono?

Sappiamo tutti che ci sono "batteri cattivi" che causano malattie e infezioni croniche. Molti di questi "batteri cattivi" producono tossine che danneggiano il sistema digestivo, la nostra salute e quella dei nostri cani.

A volte, e in particolari circostanze come lo stress e alcune malattie canine indeboliscono il sistema immunitario, e questi batteri iniziano a riprodursi nell'intestino in modo incontrollato, causando infezioni batteriche, diarrea, vomito etc...

Alcuni di questi batteri nocivi dei cani sono:
  • Clostridium
  • Salmonella
  • E. coli
La buona notizia è che in natura ci sono anche dei "batteri buoni" che aiutano a ridurre tutte quelle tossine, alterazioni della flora batterica e altre malattie causate dai batteri cattivi.

I probiotici per cani possono essere assunti per via orale, ed aiutano a migliorare la flora intestinale producendo anche effetti benefici per tutto il corpo e il sistema immunitario.

I probiotici sono già presenti alla nascita, aumentano durante il periodo dell'allattamento, e si completano quando l'animale cresce e inizia a mangiare diversi tipi di cibo. Avere una flora probiotica sana e stabile è essenziale per evitare problemi intestinali ricorrenti e per rafforzare il sistema immunitario.

In generale, possiamo dire che i probiotici apportano i seguenti benefici:
  • Proteggono il sistema digestivo dai batteri nocivi
  • Migliorano l'assorbimento delle sostanze nutritive e delle vitamine
  • Stimolano il sistema immunitario del cane proteggendolo contro le malattie
  • Migliorano la flora intestinale in caso di diarrea cronica o malattie dell'apparato digerente e di malassorbimento ( malattie infiammatorie intestinali)

Collegamenti sponsorizzati

Come funzionano?

I probiotici ristabiliscono la flora intestinale, cioè, rendono equilibrato l'ecosistema di questi piccoli organismi che vivono nell'intestino dei cani, riducendo la quantità di agenti nocivi e aumentando la quantità di agenti benefici.

Semplificando, i batteri buoni consentono al corpo del cane di eseguire le funzioni organiche correttamente, proteggendolo da molte malattie malattie.

Ma come funzionano questi microrganismi buoni? I probiotici agiscono principalmente nel piccolo intestino, ma la loro azione benefica non si limita solo a questo. Alcuni dei benefici dei probiotici nei cani sono i seguenti:

  • I probiotici per cani aiutano notevolmente nei casi di diarrea e di altre malattie intestinali croniche.

  • Migliorano le difese del sistema immunitario, e sono spesso utili nelle infezioni batteriche acute.
Per esempio, alcuni studi hanno dimostrato che gli animali che assumono regolarmente probiotici intestinali rispondono meglio al vaccino, e sono maggiormente immuni alle malattie inoculate.

Nell'intestino, i probiotici sono in grado di eliminare molte tossine causate da batteri nocivi, e a ridurre gli allergeni. Infatti, molti cani che soffrono di allergie hanno ridotto notevolmente i sintomi allergici e altre malattie croniche (soprattutto autoimmuni). Di recente si stanno verificando anche i benefici antitumorali.

Dare probiotici ai cuccioli, inoltre, è molto importante perché ne migliora le difese immunitarie e li predisporrà ad una migliore salute da adulti.

Probiotici naturali per cani

Ci sono due tipi di probiotici che il veterinario può prescrivere: alcuni disponibili in compresse o capsule, altri come probiotici naturali. Ovviamente i probiotici naturali per cani sono i più consigliati.

  • Lactobacillus brevis
  • Buchneri lactobacillus
  • Lactobacillus rhamnosus
  • Lactobacillus acidophilus
  • Lactobacillus casei
  • Bifidobacterium bifidum
  • Saccharomyces boulardii (un lievito)

Esistono alcuni alimenti che contengono probiotici naturali e che il cane può mangiare tranquillamente per mantenere l'equilibrio intestinale e la flora batterica in perfetta forma.

Alimenti che hanno una maggiore concentrazione di probiotici naturali sono:
  • Kefir
  • Crauti
  • Yogurt naturale
  • Microalghe
Partendo dal presupposto che il cane non sia allergico allo yogurt bianco ecco le dosi raccomandate per cani sani:

  • Cani da 14 Kg a 20 Kg: 1 cucchiaio da tavola 2 o 3 volte al giorno
  • Cani da 20 Kg a 30 Kg: 2 cucchiaio da tavola 2 o 3 volte al giorno
  • Cani da 30 Kg a 50 Kg: 3 cucchiaio da tavola 2 o 3 volte al giorno
Ovviamente ci riferiamo a cucchiai non troppo colmi; troppo potrebbe causare nausea, soprattutto se il cane non è abituato a questo alimento.

Probiotici per cani con diarrea

Un buon probiotico che ha dato buoni risultati sia negli esseri umani che negli animali, è il Saccharomyces Bouladii. Si tratta di un probiotico (più precisamente un lievito) molto utilizzato nel trattamento della diarrea nei cani, soprattutto quando è causata da parassiti intestinali, come il Clostridium.

Attenzione a diarrea e yogurt

Anche se lo yogurt è un eccellente probiotico naturale per cani, in casi di diarrea potrebbe peggiorare la situazione. Questo perché lo yogurt potrebbe contenere piccole quantità di lattosio, una sostanza che in genere non viene digerita molto bene dai cani.

Quindi è sempre consigliabile seguire le linee guida di un veterinario prima di iniziare a sperimentare, anche perché la diarrea, in alcuni casi, ha bisogno di essere trattata con farmaci antibiotici.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere