Sabato 24 Agosto 2019

Tumori ormonali nel Cane

Negli ultimi anni la medicina veterinaria ha fatto passi da gigante per quanto riguarda le malattie dei nostri animali, tra cui la diagnosi e il trattamento del cancro. Sempre più spesso
sentiamo parlare di cancro nei cani, ed ecco perché oggi vogliamo parlare dei tumori ormonali.


Cosa sono i tumori ormonali?

Prima di rispondere a questa domanda bisogna capire a cosa si riferisce il termine "tumore". In parole semplici, un tumore è la crescita incontrollata di cellule anomale che generano una massa nel corpo.

Ma non tutti i tipi di tumori cono maligni (cancro). Alcuni di questi possono essere benigni, quindi non vi è alcun rischio di metastasi. Il problema più grave che questo tipo di tumore può sviluppare è quello di invadere i tessuti vicini, causando fastidi all'animale.

Poi, purtroppo, ci sono tumori che generano uno sviluppo anomalo della massa, e in questo caso parliamo dei tumori maligni o cancro.

In questo tipo di tumore, il rischio di metastasi è superiore, poiché queste cellule non muoiono, ma si riproducono continuamente attaccando spesso altri organi (metastasi).

Secondo la medicina convenzionali, questi sono tumori possono essere classificati in due categorie:

  • Adenoma: è un tumore benigno, noto anche come tumore non canceroso, che attacca il tessuto ghiandolare.
  • Carcinoma: è il tipo di tumore maligno o cancerogeno, che si forma nel tessuto di un organo.


Quindi, un tumore ormonale potrebbe classificarsi sia come benigno che maligno, ma ciò che li rende diversi è che sono direttamente correlati agli ormoni. In altre parole, è un tipo di tumore che dipende dai recettori ormonali, e più ormoni riesce ad attaccare, più grande è il tumore, indipendentemente dal tipo.

tumore cane

Classificazione dei tumori ormonali

I tumori ormonali che di solito si possono sviluppare nei cani sono:

  • L'adenoma, che è perianale sebaceo.
  • L'adenocarcinoma, anch'esso perianale sebaceo.
  • L'adenocarcinoma delle ghiandole apocrine.

Considerato quanto detto in precedenza circa la nomenclatura, è possibile capire che due dei tre tumori sono maligni. Questi carcinomi causano disagio quando si trovano nelle zone vicino all'ano, soprattutto quando il cane cerca di defecare. A volte si può osservare sanguinamento.

Questo tipo di tumore colpisce solitamente i cani maschi adulti e che non sono stati castrati. Dipende dal livello degli ormoni presenti nel corpo, quindi il modo migliore per prevenire i tumori ormonali nei cani è la castrazione.

Anche le femmine non sono esenti da questo tipo di problema, anche se hanno maggiori probabilità di sviluppare adenomi perianali sono quelli sterilizzati tramite una ovarioisterectomia (la rimozione delle ovaie e dell'utero attraverso intervento chirurgico).

Come si curano i tumori ormonali nei cani

La prima cosa che un veterinario deve fare è una biopsia, cioè il prelievo di una piccola porzione di tessuto interessato.

Il campione di cellule verrà portato in laboratorio per essere analizzato al microscopio, e solo così sarà possibile determinare se ci sono cellule cancerogene o no. La biopsia è una procedura che permetterà anche di sapere di che natura è il tumore.


Finché esiste una possibilità, sarà necessario prendere in considerazione l'opzione di eseguire un intervento chirurgico. È un intervento aggressivo, dal momento che è necessario lasciare la zona colpita dal tumore completamente pulita in modo da escludere una futura ricrescita.

In alcuni casi, queste operazioni hanno un postoperatorio piuttosto complicato, soprattutto per la sforzo fatto dal cane al momento di defecare, come pure le complicazioni che possono sorgere quando una cicatrice si trova in una zona che è costantemente a contatto con feci e sporcizia.

La pulizia deve essere fatta frequentemente e le visite dal veterinario ogni tre giorni.

Questo tipo di tumore di solito ha un tasso di sopravvivenza approssimativo di circa cinque anni, e viene raccomandato l'uso di farmaci anti-infiammatori citostatici e alcuni prodotti cicatrizzanti.

Se il tumore è classificato come maligno, è di vitale importanza determinare con esattezza la dipendenza dai livelli ormonali, poiché oltre all'intervento chirurgico, c'è la possibilità di utilizzare altri tipi di trattamento come la chemioterapia.

L'obiettivo principale della chemioterapia è prevenire la ricomparsa del cancro nel cane. Quanto può essere utile questo trattamento, quanto tempo può richiedere, così come la sua prognosi, dipende da ogni singolo caso.

C'è la possibilità anche di sottoporre il cane a sedute di radioterapia.

La radioterapia mira ad attaccare la malattia attraverso fasci di onde ad alta energia (radiazioni), che penetrano nella zona interessata. È abbastanza simile a ciò che accade con le radiografie, ma la dose di radiazioni somministrata è molto più alta.

La radioterapia ha la capacità di uccidere le cellule o impedire che si sviluppino e si dividano. Utilizzando questo strumento, è possibile trattare con successo un gran numero di tumori di diversi tipi.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->