Martedi' 20 Ottobre 2020

Udito nei cani: cosa sente un cane?

Circolano tante leggende sull'udito del cane. Anzi, a volte pensiamo che il nostro animale è in grado di ascoltare ciò che sta accadendo a diversi chilometri di distanza! Ma non è così. Il cane, tuttavia, ha un'abilità uditiva di gran lunga superiore a quella degli esseri umani; ha la capacità di percepire molti più suoni di noi e su distanze maggiori.


Scopriamo insieme tutto quello che c'è da sapere sull'udito nei cani, e cosa sente veramente il vostro animale.

L'orecchio del cane: come è strutturato?

Per comprendere meglio il funzionamento dell'udito nei cani, è interessante comprendere la struttura del suo orecchio. L'orecchio di un cane è composto da tre parti distinte: l'orecchio esterno, l'orecchio medio e l'orecchio interno.

  • l'orecchio esterno è costituito dal padiglione dell'orecchio, una parte particolarmente mobile e ricca di muscoli che il cane può orientare in molte direzioni in modo da captare meglio i suoni. Ma anche dal canale uditivo esterno più profondo, che termina nel timpano.

  • l'orecchio medio è composto da tre piccole ossa, come negli esseri umani. Sono il martello, l'incudine e la staffa. Queste ossa trasmettono i suoni percepiti dal timpano alle cellule uditive per l'interpretazione. Inoltre, l'orecchio medio è collegato alla faringe grazie alle trombe di Eustachio.

  • l'orecchio interno, che è ancora più profondo, è un organo particolarmente complesso. E' formato da cellule uditive, che sono permanentemente collegate al nervo acustico, e un organo destinato a mantenere l'equilibrio indicando al cervello dove si trova il corpo del cane nello spazio. Quando quest'ultimo non funziona bene si osservano disturbi dell'equilibrio, sia nei cani che nell'uomo.

L'udito del cane

L'udito del cane è particolarmente sviluppato, il che consente all'animale di ascoltare un suono debole emesso anche a diverse decine di metri di distanza.

Questa caratteristica è spiegata dalla sua capacità di percepire gli ultrasuoni, la cui frequenza è maggiore di 20.000 hertz, e gli infrasuoni, la cui frequenza è inferiore a 20 hertz, o vibrazioni al secondo. Da notare che queste frequenze sonore possono variare fino a 50.000 hertz. In confronto, l'udito umano, molto meno sviluppato, è in grado di percepire tra 16.000 e 30.000 Hertz.

Questa differenza è spiegata dalla costituzione dell'orecchio interno del cane. Infatti, a livello della coclea (a cosiddetta parte uditiva dell'orecchio interno situata nell'osso temporale) sono presenti tantissime cellule sensoriali ciliate. Più ce ne sono più l'orecchio è in grado di percepire le frequenze acute.

Le onde sonore captate dall'orecchio interno deformano le cellule ciliate a causa del movimento del liquido contenuto nella coclea e il cane può quindi percepirle. Pertanto, se l'uomo può percepire un suono a bassa intensità fino a 4 metri in media, il cane può captare suoni a una distanza di 25 metri!

Quindi capisce in anticipo quando il suo padrone torna a casa, percependo il suono dei suoi passi, la sua voce o il motore della sua auto a una distanza maggiore. Spiega anche il motivo per cui il tuo cane a volte inizia a eccitarsi improvvisamente e sembra essere attento a un suono, anche quando noi non sentiamo alcun rumore.

udito del cane
Ma non è tutto! Il cane ha anche cellule ciliate prima della coclea, in una zona mediana tra l'orecchio medio e l'orecchio interno, chiamata finestra ovale. Quest'ultimo, essendo quasi 20 volte più piccolo delle dimensioni del timpano, è in grado di percepire gli ultrasuoni.

Il cane ha anche la particolarità di distinguere i suoni molto meglio degli umani. Questo si chiama sensibilità uditiva. È infatti in grado di dissociare perfettamente due suoni senza confonderli.

Infine, avrete sicuramente notato che le orecchie della maggior parte dei cani sono più grandi di quelle degli umani, in proporzione alle dimensioni del corpo. Sono anche più mobili poiché contengono più cartilagine. Pertanto, il cane può muovere le orecchie per percepire meglio i suoni vicini e distanti. E' questo il motivo per cui il cane a volte inclina la testa da un lato quando c'è rumore; cerca di percepire meglio il suono prodotto per identificarlo più facilmente.

Cosa sente veramente il cane?

Se il cane sente perfettamente bene, ha anche, come abbiamo già detto, la capacità di ascoltare ciò che vuole. Dal momento che è in grado di dissociare i suoni che si intersecano, può anche decidere di concentrarsi solo su uno.

Ad esempio, può scegliere di seguire le orme del suo padrone attraverso il fruscio della pioggia e l'abbaiare dei cani vicini. Quindi sa perfettamente quando tornate a casa, prima degli altri. Idem per il postino! Il cane può rilevare la sua presenza e avvisarvi. I cani segugio combinano questa abilità con l'olfatto, il che conferisce loro abilità eccezionali.

Come prendersi cura dell'udito del cane?

Un cane può diventare sordo, così come un uomo. Questa patologia è comune con l'età. Inoltre, i suoni la cui frequenza è superiore a 90 decibel possono essere molto dolorosi per l'animale, quindi è consigliabile evitarli per non danneggiare il loro udito.

Prendersi cura dell'udito del cane comporta anche una buona igiene delle orecchie. La forma a L delle orecchie complica in qualche modo la cura di questo organo assai sensibile. Ad ogni modo, non lavare mai le orecchie del cane con un cotonfioc! Spingereste lo sporco nella parte posteriore dell'orecchio e rischierete di danneggiarne la parte esterna.

Pulite le orecchie del vostro cane con un prodotto igienico specifico e adatto.

Il cane ha per natura un orecchio autopulente. Pertanto, qualsiasi dolore, qualsiasi variazione nel colore dell'epidermide o qualsiasi scarico di liquido interno o maleodorante devono essere considerati sospetti. Consultate sempre il veterinario senza indugio, spesso basta un piccolo trattamento per eliminare la fonte dell'infezione (scabbia, otite, batteri, ecc.).

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->