Domenica 28 Febbraio 2021

La Tigna del Coniglio

  • Pubblicato il:  09/05/2015
  • Valutazione:  

La tigna del coniglio è una malattia infettiva della pelle la cui causa è attribuita ad un tipo di fungo della classe dei dermatofiti. Questa malattia non colpisce soltanto i conigli, ma anche gatti e cani ed è trasmissibile anche all'uomo. Ecco alcuni consigli per poterla riconoscere ed evitare quindi che si diffonda.


Come si manifesta la tigna nel Coniglio

Il principale sintomo della tigna è l’alopecia focale, ossia zone senza peluria che di norma si focalizzano sulla testa, sui fianchi e sugli arti.

I sintomi che si manifestano in un primo momento sono la perdita del pelo in una determinata zona e successivamente iniziamo a comparire le prime lesioni di forma circolare che successivamente si propagheranno nel resto del corpo.

Quando si notano tali sintomi è bene contattare subito il proprio veterinario di fiducia il quale prescriverà tempestivamente la giusta terapia per il coniglio.

Soprattutto se si allevano molti conigli, questa malattia è molto contagiosa tra i suoi simili, quindi è necessario fare molta attenzione ed essere prudenti.

Negli stadi più avanzati la tigna può anche causare l'innalzamento della temperatura anche oltre i 40°C per cui è molto importante monitorarla spesso, utilizzando un termometro specifico nell’ano.

Un altro sintomo tipico della tigna, è l’inappetenza del coniglio. Il povero coniglietto non vuole ne mangiare e ne bere, ma vuole soltanto rimanere accovacciato nel suo nido. Il naso è molto caldo e secco.

Diagnosi della tigna nel coniglio

La tigna dei conigli può essere diagnosticata usando una speciale lampada (lampada di Wood a luce nera) insieme ad un esame microscopico o l'analisi di una cultura di pelle prelevata accuratamente.


Come si cura la tigna del Coniglio

Una volta riscontrata la diagnosi, la tigna del coniglietto può essere trattata con l’applicazione locale di alcune creme a base di miconazolo o ketoconazolo che dovranno essere prescritte sempre dal veterinario.

Anche gli shampoo medicali potranno essere usati per questo tipo di patologia infettiva. Fate attenzione che lo shampoo non venga a contatto con gli occhi e le orecchie dell'animale.

Il miglior trattamento per la dermatosi fungina è orale il griseofulvin (25-50 mg / kg per via orale, ogni 24 ore o suddiviso ogni 12 ore). Per l'uso viene consigliato l'uso di guanti. Dopo la scomparsa dei segni clinici il trattamento deve essere continuato per altre 2 settimane .

La maggior parte dei farmaci sopra citati non è approvata per i conigli. Tuttavia, molti riferimenti bibliografici affermano che sono i migliori trattamenti per curare la dermatosi fungina nei conigli.

Prevenzione

Le spore di tigna in media possono vivere anche oltre 18 mesi in gabbia, biancheria, divani etc. quindi il tutto dovrà essere completamente disinfettato con una soluzione di candeggina diluita onde evitare che il coniglio possa essere infettato di nuovo.

Usare sempre guanti usa e getta quando si prende il coniglio infetto, perché il fungo può essere trasmessa anche all'uomo. Nelle persone provoca lesioni sulla pelle del viso e delle mani, e nei bambini queste lesioni tendono ad infettarsi. Gli strumenti di toelettatura che vengono utilizzati nel trattamento della tigna dovranno essere disinfettati a dovere.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Come valuti questo articolo?

   4  Persone hanno inserito un Commento

Carlo Messina25/02/2018 | Rispondi

Sono di nuovo qui. Mi piacerebbe sapere se qualcuno ha avuto un caso di tigna nel suo coniglio. Curo il mio da quasi un mese e le lesioni che c'erano sulla sua bocca sono scomparse, quelle dei suoi occhi sono diminuite, ma ne sono apparse di nuove, quindi continuo il trattamento. Potete aiutarmi?

Carlo Messina01/02/2018 | Rispondi

Ciao a tutti e un doveroso ringraziamento a Mondopets.it! Mi è stato regalato un coniglio acquistato in un negozio di animali. E' un coniglio nano e da qualche giorno ci siamo accorti che ha la tigna.

Il veterinario ci ha consigliato due farmaci: uno da applicare localmente, e un altro usato in genere sui gatti pensa che mi hanno detto potrebbe causare problemi.

Se questo farmaco non è adatto quale perchè ce lo ha consigliato? Esistono medicine per curare la tigna dei conigli?

Marta Paci05/02/2018 | Rispondi

La maggior parte dei farmaci somministrati ai conigli sono farmaci di base per cani o gatti. Pochissime case farmaceutiche sviluppano farmaci per conigli perché c'è poco mercato, quindi non è molto redditizio. Se il veterinario ti ha detto che era buono e non sei convinto prova a consultare un altro vet!

Elisabetta Loci02/02/2018 | Rispondi

Se sei sicuro di quello che ti hanno detto prova ad andare da un altro veterinario specializzato in animali esotici e conigli!

Ultimi Articoli