Martedi' 26 Gennaio 2021

I Conigli possono trasmettere malattie contagiose?

  • Pubblicato il:  02/12/2020
  • Valutazione:  

Foto I Conigli possono trasmettere malattie contagiose?

Quali malattie possono essere trasmesse dal coniglio all'uomo? La maggior parte dei conigli domestici è perfettamente sana ed esistono pochissime possibilità che diffondano malattie contagiose alle persone (zoonosi). I conigli selvatici, invece, hanno una percentuale leggermente maggiore di diffondere alcune malattie, ma solo se si viene a contatto con loro.

I conigli possono essere portatori di alcune malattie potenzialmente trasmissibili ad altri animali o all'uomo. Le più pericolose sono la Tularemia e l'E.Cuniculi. Nonostante ciò, è molto raro che i conigli domestici possano contagiare un essere umano.

Se sei una persona in buono stato di salute, non dovresti preoccuparti di contrarre una malattia dal tuo coniglio. Tuttavia, se tu o qualcuno nella tua famiglia siete immunocompromessi, sarà più importante prendere le misure necessarie per prevenire la potenziale diffusione di una malattia. Sarà importante anche prestare attenzione agli altri animali domestici per evitare di diffondere malattie tra loro.

Malattie contagiose che possono diffondere i conigli

I conigli non sono i principali portatori di malattie come i topi o alcuni altri piccoli animali. Anzi, avrai molte più probabilità di contrarre malattie dagli altri esseri umani che dal tuo coniglio domestico.

Di solito il massimo di cui dovresti preoccuparti è una piccola infezione intorno all'area di una ferita da morso o un graffio, anche se il tuo coniglio è portatore di una di queste malattie. Comunque, teoricamente è possibile contrarre diverse infezioni pericolose da un animale domestico o da un coniglio selvatico.

Anche la maggior parte degli altri animali domestici ha poco di cui preoccuparsi per il tuo coniglio. Gatti e cani potrebbero contrarre solamente alcuni parassiti, come pulci o acari. I porcellini d'India, però, possono contrarre una grave malattia da conigli che trasportano alcuni tipi di batteri, quindi meglio tenerli separati.

La Tularemia

La tularemia, nota anche come febbre del coniglio, è una malattia causata da un'infezione batterica. Può causare ulcere e l'ingrossamento delle ghiandole linfatiche. Nei casi più gravi i batteri possono raggiungere i polmoni e causare sintomi di polmonite. Anche altri animali possono essere soggetti a questa malattia, tra cui i gatti e altri animali domestici di piccola taglia, come i criceti.

Come si diffonde la tularemia dal coniglio
La tularemia si diffonde quando una persona entra in contatto con animali portatori del batterio F.Tularensis che si diffonde spesso tra i conigli selvatici. Si può trasmettere all'uomo tramite zecche e altri insetti che sono stati in contatto con un coniglio infetto o quando una persona entra in contatto con l'animale infetto deceduto.

In casi molto rari può essere trasmesso attraverso cibo e acqua contaminati o respirando particelle di polvere che contengono i batteri.

La Salmonella

Raramente i conigli contraggono e trasmettono la salmonella, ma potenzialmente è possibile. La Salmonella è un'infezione batterica che può causare principalmente diarrea e vomito, ma anche malattie gravi nei bambini piccoli, negli immunocompromessi e negli anziani.

Come si diffonde la salmonella dal coniglio
Di solito i conigli ingeriscono i batteri che causano la salmonella dal cibo che mangiano o bevono e lo diffondono attraverso le loro feci. Alcuni conigli possono mostrare segni di debolezza, febbre o diarrea, ma altri possono essere asintomatici. I conigli da compagnia non sono un animale comune nella diffusione della salmonella.

La Tigna

La tigna è un'infezione fungina che provoca eruzioni cutanee circolari sulla pelle e sul cuoio capelluto. Sebbene non sia particolarmente pericolosa, può colpire l'uomo e diversi tipi di animali domestici, compresi i conigli. Le fastidiose e pruriginose eruzioni cutanee possono causare la caduta dei capelli e diffondersi facilmente ad altre zone del corpo, come le zampe o le dita.

Come si diffonde la tigna del coniglio
La tigna si diffonde toccando una superficie contaminata. Se il tuo coniglio ha la tigna, accarezzarlo e poi toccarsi la stessa pelle può causare la diffusione dell'eruzione cutanea. Ma è vero anche il contrario. Se tu o uno dei tuoi altri animali domestici contraete la tigna, potete trasmetterla al vostro coniglio attraverso il tatto.

La Pasteurella multocida

Uno degli agenti più comuni coinvolti è Pasteurella multocida, un batterio che risiede nella cavità orale e nel tratto respiratorio superiore dei conigli.

L'infezione umana è generalmente caratterizzata da infiammazione locale con occasionale formazione di ascessi e infezione.

E. cuniculi

E. Cuniculi è un parassita fungino che può causare nei conigli sintomi molto pericolosi e gravi, tra cui disturbi neurologici e paralisi. Tuttavia è presente anche in molti conigli che sono sani e non mostrano alcun sintomo.

L'effetto sugli esseri umani e su altri animali domestici è meno grave. Nella maggior parte dei casi non causa alcuna grave malattia, ma può essere trasmessa attraverso l'urina del coniglio infetto all'uomo e ad altri mammiferi. Ci sono poche possibilità di ammalarsi gravemente a meno che non siate immunocompromessi.

Come si diffonde l'E.Cuniculi del coniglio
I conigli possono trasmettere E. cuniculi attraverso le spore presenti nelle urine. Una madre coniglio può anche trasmetterlo ai suoi cuccioli durante la gravidanza.

La Rabbia


La rabbia è una malattia virale che attacca il sistema nervoso centrale. La rabbia è potenzialmente mortale e una volta che una persona mostra sintomi clinici, come vomito, confusione e salivazione eccessiva, è molto probabile che causi la morte.

Come si diffonde la rabbia del coniglio
La rabbia è un'altra malattia che i conigli possono teoricamente contrarre e trasmettere, ma le possibilità di contrarre la rabbia da un coniglio domestico sono trascurabili. Addirittura, non esistono ancora casi confermati di trasmissione da un coniglio a un essere umano.

Questo perché la rabbia si diffonde attraverso la saliva che viene trasferita attraverso morsi e graffi dell'animale infetto. Il più delle volte un coniglio morirebbe e non avrebbe la possibilità di trasmettere la malattia.

Tetano

Il tetano è causato quando livelli tossici di alcuni batteri entrano nel corpo, di solito attraverso un taglio o una ferita profonda. Attacca il sistema nervoso, provocando contrazioni muscolari e può persino influire sulla capacità di respirare di una persona. Non esiste una cura per il tetano, ma può essere prevenuta con un vaccino.

Come si diffonde il tetano dal coniglio
Sebbene i morsi di animali non siano la causa principale delle infezioni da tetano, a volte possono trasmetterlo. Soprattutto se si tratta di un morso molto grave. I morsi del coniglio non fanno eccezione. Poiché i loro denti possono creare ferite profonde (a volte fino all'osso), questi morsi hanno il potenziale di trasmettere un'infezione da tetano nelle persone non vaccinate.

Malattie contagiose tra i conigli

Sebbene ci siano molte malattie zoonotiche che possono essere diffuse tra specie animali e persone, ce ne sono altre altamente contagiose che colpiscono solo i conigli.

  • Mixomatosi: è un virus mortale e contagioso che provoca febbre e gonfiore intorno al naso e agli occhi. È diffuso tra i conigli selvatici in Europa, ma fortunatamente esiste un vaccino.

  • RHDV e RHDV2: un altro virus mortale abbastanza in Europa. Anche in questo caso esiste un vaccino per prevenirlo.

Come prevenire la trasmissione di malattie da un coniglio

Anche se le possibilità che tu possa contrarre una malattia dal tuo coniglio domestico sono poche, è comunque meglio prendere precauzioni per prevenire la diffusione di potenziali malattie. Questo aiuterà a proteggere te e coloro che hanno problemi di salute in casa e aiuterà anche a proteggere il tuo coniglio dalle malattie che possono essere trasmesse a loro.

  • Evita di mangiare o bere mentre accarezzi il tuo coniglio
  • Lavati le mani prima e dopo aver maneggiato il tuo coniglio
  • Indossa i guanti quando ti prendi cura di un coniglio malato
  • Lava bene eventuali morsi o graffi con acqua e sapone
  • Lava le mani dopo essere entrato in contatto con l'urina o le feci del coniglio
  • Mantieni sempre il recinto o la gabbia del tuo coniglio pulite e igienizzate

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Come valuti questo articolo?

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli