Martedi' 26 Settembre 2017

Cane nervoso: come calmarlo?

  • Pubblicato il:  30/01/2017

Ci sono varie ragioni per cui un cane può diventare nervoso e mostrare segni di nervosismo.

Il ruolo principale di un proprietario, è quello affrontare il problema ed identificarne la causa.

Identificare la causa del nervosismo del cane è essenziale per iniziare eventualmente una formazione di desensibilizzazione.

Collegamenti sponsorizzati

Bisogna sempre osservare il comportamento quotidiano del proprio cane per identificare qual'è la causa che lo mette in questo stato di agitazione e nervosismo.

Se state leggendo questo articolo probabilmente avrete già un'idea di ciò che fa scattare il nervosismo nel vostro amico peloso.

Adesso, però, bisogna identificare se si tratta solo di eccitazione o di vera e propria ansia, perché la riabilitazione sarà diversa.

Vediamo come gestire il problema in alcuni casi molto frequenti:

Il vostro cane si emoziona troppo?

Se notate che il vostro cane è troppo euforico ed entra in uno stato elevato di eccitazione quando va in giro o quando va fuori in giardino, probabilmente è il sintomo indicativo di una richiesta di attenzione.

In genere il vostro cane inizierà ad abbaiare, a saltare e a correre in tutte le direzioni quando vuole la vostra attenzione.

Il nostro consiglio e di ignorare il suo comportamento.
Ma ignorare il cane che cosa significa?

cane nervoso
In questi momenti di euforia bisogna evitare di guardarlo o di toccarlo e di comunicare con lui.

Difficile? Sì, in un primo momento sarà più complicato perché il vostro cane cercherà di ottenere la vostra attenzione, ma vedrete, pian piano il vostro cane capirà che il suo atteggiamento non produce alcun effetto e diminuirà il suo impeto.

Dovrete quindi essere pazienti e non scoraggiarsi mai, perché se il cane nota una nostra debolezza, coglierà subito l'occasione per continuare il suo comportamento fastidioso.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

L'importanza del vostro comportamento

In generale, il vostro atteggiamento è molto importante, ed ha un ruolo fondamentale quando si ha a che fare con un cane nervoso.

Spesso, la nostra postura, i nostri gesti, le nostre risposte e il nostro atteggiamento influenzano il comportamento del nostro cane.

Per esempio, se il vostro cane è fuori, abbaia, e avete paura di disturbare i vicini, la cosa più logica è quella di aprire subito la porta per farlo entrare.

Bingo, così insegnerete al vostro cane che quando abbaia avrà libero accesso ad entrare in casa quando vuole.

Stessa cosa quando il vostro cane graffia la porta!

Mai lasciare l'iniziativa al cane

Quando si parla di umana convivenza con il cane e soprattutto quando si parla di educazione e di rapporto armonioso, non dimenticate mai che l'insegnante siete voi.

Il vostro cane deve capire che siete voi a decidere ciò che è bene per lui.

È necessario, quindi, gestire le in modo corretto il cane: il suo cibo, il suo spazio e e quando avere contatti con lui.

  • Gestione del cibo
    Non lasciare che la ciotola del vostro cane rimanga li per tanto tempo.

    Questo potrebbe insegnare al cane che quando ha fame mangia.

    Beh, non funziona così, per l'ovvia ragione di evitare che lo stomaco del cane rimanga in un periodo di digestione permanente.

    E' consigliabile lasciare la ciotola con il cibo una o due volte al giorno per un massimo di 15 minuti (30 minuti per un cucciolo).

    Alla fine, anche se non ha mangiato, togliete la ciotola ugualmente.

    Non preoccupatevi, il vostro cane non si lascerà morire di fame, capirà ben presto che deve mangiare il suo cibo quando glielo darete voi.

  • Gestione degli spazi
    Il vostro cane deve avere il suo spazio ed il suo cestino in salotto.

    La sua cuccia deve trovarsi in un angolo tranquillo della stanza e dove non vi è molto via vai di persone.

    Non "disturbare" mai il cane quando è nella sua cuccia, anche se avete voglia di accarezzarlo.

    Preferite sempre chiamarlo ma evitate di disturbare la sua tranquillità. A volte, se gli date fastidio mentre sta riposando, potrebbe avere una reazione piuttosto violenta.

  • Gestione del contatto fisico
    Punto molto importante, soprattutto per quei cani alla ricerca continua di attenzione da parte dei loro padroni.

    Chi non si intenerirebbe se il proprio cane poggiasse la sua testa sulle nostre ginocchia in cerca di una coccola.

    Ebbene si! Non cedete a questa sua richiesta (..o almeno non sempre), perché in tal modo, accarezzando il cane, sarà lui a decidere su di voi.

    Lo stesso vale per gli ospiti.
    Il vostro cane non deve mai prendere alcuna iniziativa con ospiti accoglienti.


cane ansioso

Il vostro cane soffre di ansia?

Se notato che il vostro cane mostra segni di nervosismo e di ansia legati ad una mancanza, vi suggeriamo di leggere un paio di punti per cercare di attenuare questo comportamento.

  • Decondizionare il cane, eliminando i normali rituali quando andate via o ritornate.

    Se il vostro cane va in escandescenza quando mette il cappotto o prendere le chiavi, bisogna che voi modifichiate spesso la ripetizione di queste operazioni, in modo che il cane non assimili questi gesti con la vostra partenza e diventerà meno ansioso.

    Ricordate anche di non prestare molta attenzione al cane, anche se si butta su di voi.

    Attendete qualche minuto prima di dire ciao ed evitate di non accarezzarlo, per evitare che il vostro gesto sia per lui una premio alla sua eccitazione in quel momento.

  • Se il vostro cane entra in uno stato di nervosismo e ansia per un oggetto, come un aspirapolvere, cercate di creare un'associazione positiva progressiva.

    Posizionate l'oggetto in questione al centro della stanza e lasciate che il vostro cane si abitui alla sua presenza.

    Quando il vostro cane si avvicina potete rafforzare questa azione premiandolo.

    Quando cercate di rieducare il cane, bisogna sempre che lo facciate rispettandolo, mai fare sessioni di assuefazione non troppo lunghe ( non più di 10 o 15 minuti al giorno) e concludendo sempre con qualcosa di positivo.

  • Soprattutto, non accarezzare un cane che ha paurao che è troppo eccitato.

    E sì, magari pensate che così facendo il vostro cane verrà rassicurato, ma in realtà state solo rafforzano il comportamento negativo.

Infine, ricordate che i cani non dimenticano, sono spugne di emozioni, e il nostro atteggiamento influisce notevolmente sul loro comportamento.

Se siete nervosi, stressati o calma, il vostro cane baserà il suo temperamento su di voi e agirà di conseguenza.

Rimanete sempre calmi, sicuro di voi e con l'obiettivo di migliorare ogni giorno.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere