Martedi' 25 Settembre 2018

Intossicazione da cioccolato nel Cane

  • Pubblicato il:  04/03/2018
Clicca per ingrandire le foto

L'ingestione di cioccolato è una delle cause più comuni di avvelenamento nel cane. I cani, e soprattutto i cuccioli, sono vittime di intossicazione da cioccolato molto più spesso rispetto agli altri animali, perché amano le cose dolci e le mangiano indiscriminatamente.

Collegamenti sponsorizzati

Secondo alcuni studi, il 95% delle chiamate di emergenza ai veterinari sono dovute per il consumo di cioccolato e in alcuni cani persino degli involucri di caramelle che possono causare un'ostruzione nello stomaco o nell'intestino.

Ma perché uno dei nostri dolci preferiti può essere così pericoloso per i nostri cani?

Perché il cioccolato è tossico per i cani?

Il cioccolato è ottenuto dai semi di cacao tostati, che contengono caffeina e una sostanza chimica molto pericolosa chiamata teobromina, uno stimolante naturale.

Sia la teobromina che la caffeina stimolano il sistema nervoso centrale e il muscolo cardiaco e, allo stesso tempo, rilassano la muscolatura liscia, in particolare i muscoli bronchiali, aumentando la produzione di urina da parte dei reni.

Gli studi dimostrano che i cani sono molto sensibili alla teobromina rispetto ad altri animali domestici. Questo perché metabolizzano la sostanza molto lentamente, il che significa che rimane nel sangue per molto più tempo.

cioccolato al cane
Per le persone, gli effetti del consumo di cioccolato possono durare da 20 a 40 minuti, ma nei cani durano diverse ore. Addirittura, 17 ore dopo l'ingestione del cioccolato, circa la metà di teobromina circola ancora nel corpo del nostro cane.

Anche piccole quantità di cioccolato possono causare gravi reazioni, e più fondente è il cioccolato più teobromina contiene.

Bisogna stare attenti anche alle caramelle, multivitaminici masticabili aromatizzati, prodotti da forno, chicchi di caffè ricoperti di cioccolato etc... La cioccolata bianca, invece, ha pochissima teobromina e non provoca (sempre in quantità moderate) intossicazione negli animali.

Avvelenamento da cioccolato nel Cane

Quanto cioccolato basta per avvelenare il cane? La risposta è semplice: la quantità e il tipo di cioccolata ingerita sono molto importanti, poiché sono i fattori determinanti nella gravità della tossicità. Più teobromina è presente nel cioccolato, più velenoso sarà per il cane.

La cioccolata fondente contiene circa 390 milligrammi di teobromina per 25 grammi circa, circa 10 volte in più rispetto al cioccolato al latte e più del doppio rispetto al cioccolato misto.

Esistono alcune linee guida generali per l'avvelenamento da cioccolato nei cani, e sono:

  • Cioccolato al latte: qualsiasi consumo superiore 14 grammi per chilo di peso corporeo può mettere i cani a rischio di avvelenamento da cioccolata.

  • Cioccolato fondente: consumare più di 3,6 grammi per chilo di peso corporeo può causare intossicazione.

  • Consumare qualsiasi tipo di cioccolato da forno può causare avvelenamento e sono considerati casi di emergenza.

  • I cuccioli e i cani anziani con malattie in atto dovrebbero essere monitorati con più attenzione, poiché sono a maggior rischio di intossicazione rispetto agli animali adulti in buona salute.

  • Il cioccolato contiene anche grassi, quindi alcuni cani possono sviluppare pancreatite (infiammazione del pancreas) dopo aver mangiato cioccolato o prodotti da forno con cioccolata.

In linea generale, un cane può andare a gravi intossicazioni se supera i 100-150 milligrammi di teobromina per chilogrammo di peso corporeo.

Collegamenti sponsorizzati

Sintomi di intossicazione da cioccolato nel Cane

I segni clinici dell'avvelenamento da cioccolata possono essere impercettibili dopo il consumo per diverse ore. I sintomi di solito si verificano dopo 4 o 5 ore e continuano per le successive 12-36 ore.

Normalmente, questi segni di tossicosi progrediscono rapidamente, e il decesso a causa di insufficienza respiratoria e/o cardiaca può verificarsi anche diversi giorni dopo che il cioccolato è stato consumato.

Alcuni dei possibili sintomi di avvelenamento da cioccolato sono:

La visita dal veterinario

Il veterinario inizierà con un esame fisico seguito da un esame completo del sangue e un'analisi delle urine, che insieme possono aiutare a capire se si tratta di una tossicosi da cioccolato o caffeina.

Il medico potrebbe anche eseguire un elettrocardiogramma o ecocardiogramma al fine di rilevare anomalie nel battito cardiaco.

Se avete il sospetto che il vostro cane abbia mangiato del cioccolato, portatelo immediatamente in una clinica veterinaria, e durante il percorso cercate di mantenerlo calmo e rilassato per evitare che i sintomi si aggravino.

cane cioccolato intossicazione
Se l'ingestione è recente, il veterinario cercheranno immediatamente di indurre il vomito. Allo stesso modo, può essere somministrato carbone attivo per prevenire o limitare l'assorbimento della teobromina nel sangue.

Oltre a prevenire l'assorbimento di teobromina, lo scopo del trattamento mirerà a fornire farmaci e cure in base ai sintomi dell'animale, alcuni dei quali possono essere convulsioni, difficoltà respiratoria e/o anomalie cardiache.

I liquidi per via endovenosa possono accelerare l'escrezione della teobromina nelle urine e mantengono l'animale idratato durante la crisi. Poiché la teobromina può essere riassorbita nel flusso sanguigno attraverso la parete della vescica, sarà necessario mettere catetere urinario per mantenere la vescica vuota.

Purtroppo, anche con un intervento veterinario immediato, molti cani possono impiegare diversi giorni per riprendersi dall'avvelenamento da cioccolata, e non tutti sopravvivono. Quindi è estremamente importante tenere tutti i prodotti a base di cioccolato ben conservati e fuori dalla portata dei nostri amici pelosi.

Attenzione al pacciame di cacao nel giardino

Sebbene molti proprietari conoscano i pericoli del cioccolato, molti non sanno che il pacciame di cacao utilizzato per il giardinaggio può essere mortalmente tossico per il cane.

Il pacciame di cacao può essere acquistato nella maggior parte dei negozi di giardinaggio. Ha un odore dolce, ed è probabilmente quello che attrae i cani. E' fatto di bucce di semi di cacao, che contengono le stesse sostanze stimolanti presenti nel cioccolato: teobromina e caffeina.

Nel caso dei cani, alcuni dei sintomi dell'avvelenamento da pacciame di cacao sono dolore addominale, vomito, diarrea, battito cardiaco accelerato, tremori muscolari, convulsioni e, infine, la morte.

Il rischio per un cane dipende dalle sue dimensioni, dalla quantità di pacciame mangiato e dal livello di teobromina presente nel prodotto, che varia a seconda della marca. I cuccioli e i cani di piccola razze sono a maggior rischio.

Inoltre, il pacciame a base di cacao viene spesso trattato con pesticidi e muffe che producono micotossine, quindi vi sconsigliamo questo tipo di fertilizzante se avete un animale in casa.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere