Domenica 19 Novembre 2017

Meningite nel cane: diagnosi, sintomi e cure

  • Pubblicato il:  12/06/2017

In questo articolo parleremo della meningite nel cane, un’infiammazione delle meningi che può causare gravi problemi ai nostri animali.
Come gli esseri umani, le membrane che circondano il sistema nervoso centrale del cane sono chiamate meningi. L’infiammazione di queste membrane provoca la meningite canina.

Collegamenti sponsorizzati

La meningoencefalite, inoltre, è l'infiammazione delle meningi e del cervello, mentre la meningomielite è l'infiammazione delle meningi e del midollo spinale.

L'infiammazione delle meningi nel cane normalmente causa un rigonfiamento del cervello e / o del midollo spinale, causando varie complicazioni neurologiche. L’infiammazione può anche ostruire il flusso del fluido cerebrospinale protettore e del liquido nutritivo che circola nel cervello e nel midollo spinale causando conseguenze molto gravi, come convulsioni e paresi.

Se volete conoscere le cause, sintomi e trattamento della meningite nei cani, vi suggeriamo di continuare a leggere questo articolo.

Cos’è la meningite nel cane?

La meningite canina è definita come l’infiammazione delle meningi, gli strati della membrana che ricoprono e proteggono la parte esterna del cervello e del midollo spinale del cane.

I cani con la meningite presentano febbre alta, rigidità e spasmi muscolari, ipersensibilità al tatto e un’andatura rigida. Nei casi più gravi di meningite possono verificarsi cecità, paralisi progressiva, convulsioni, depressione e letargia, confusione, agitazione e aggressività.

meningite cane
I cani affetti potrebbero non essere in grado di coordinare i movimenti, e spesso si muovono in cerchio in modo incontrollabile oppure possono inciampare mentre camminano. Purtroppo la meningite può essere fatale per un cane.

Le cause della meningite

La maggior parte dei casi di meningite canina sono causate da complicazioni secondarie di altre malattie, tra cui virus, protozoi, parassiti o infezioni fungine.

La meningite è dolorosa e può essere causata da una malattia che causa infiammazione, comprese le infezioni virali, batteriche, fungine o parassitarie.

Altre cause sono l'esposizione a tossine chimiche, ferite da morso infette, migrazione di batteri nel cervello attraverso i seni paranasali o l’orecchio etc…

La meningite può essere asettica, cioè causata da una malattia non batterica di origine sconosciuta. La meningite asettica tende a colpire cuccioli e i cani giovani, soprattutto di taglia grande, tra 4 e 24 mesi.

La meningite è una malattia molto grave che non dovrebbe essere presa alla leggera.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

La meningite nel cane è contagiosa?

No, non è contagiosa e non può essere trasmessa agli esseri umani o ad altri animali domestici.

I sintomi della meningite nei cani

La maggior parte dei casi di meningite canina si verifica quando ci sono complicazioni secondarie causate da altre malattie o da un'infezione batterica. Cani di qualsiasi età, razza o genere possono essere colpiti, anche se i cuccioli appena nati sono più vulnerabili.

I sintomi della meningite nei cani comprendono:
La meningite è una malattia mortale per il cane, quindi, se il vostro cane mostra i sintomi della meningite di cui sopra, bisogna portarlo immediatamente da un veterinario. La diagnosi precoce è essenziale per il trattamento e il recupero dell’animale.

Per diagnosticare correttamente la meningite nel cane, la diagnosi deve essere fatta da un veterinario esperto.

Diagnosi

È necessario portare al veterinario la cartella clinica completa della salute del cane, e riferire l'inizio e la natura dei sintomi.

Il veterinario potrà quindi eseguire un esame fisico completo e alcuni test di laboratorio, come un esame emocromocitometrico completo, un profilo biochimico e le analisi delle urine, per identificare e isolare il tipo di infezione.

Il profilo biochimico del sangue, per esempio, può indicare la presenza di malattie epatiche e renali, mentre l’esame emocromocitometrico del sangue può mostrare un aumento dei globuli bianchi del sangue, che è un segno di infezione.

cure meningite cane
L'analisi delle urine può rivelare pus e batteri, un sintomo di infezione del tratto urinario.

Altri strumenti utilizzati per identificare la causa della meningite sono: risonanza magnetica, ecografia addominale, radiografie al torace e analisi di un campione della pelle o delle secrezioni oculari e nasali.

Uno dei test più importanti per diagnosticare la meningite nel cane è l'analisi del liquido cerebrospinale. Questa procedura comporta il prelievo di un campione di liquido cerebrospinale e l’analisi in un laboratorio specializzato.

Trattamento della meningite nei cani

La meningite è una malattia difficile da diagnosticare. Se il veterinario sospetta che il cane è affetto da meningite, può prescrivere immediatamente un trattamento di profilassi, anche prima che la diagnosi sia stata confermata.

Gli obiettivi del trattamento sono quelli di evitare il processo infiammatorio, recuperando le funzioni neurologiche, alleviare e controllare il dolore e prevenire o trattare le convulsioni.

Il protocollo standard inizia con dosi di steroidi di solito somministrate per via orale, in modo da ridurre il gonfiore e l'infiammazione del cervello.

Il tipo più comune di meningite nei cani si chiama "la meningite sensibile" e viene in genere diagnosticata nei cani giovani e adulti di taglia grande. La causa della meningite sensibile non è ancora nota, ma la malattia risponde positivamente al trattamento con steroidi per via orale.

I cani che soffrono convulsioni causate dalla meningite possono essere trattati con farmaci anticonvulsivanti.


Un altro tipo di meningite è quella batterica, che è la forma più difficile da trattare. In genere, il trattamento della meningite batterica è lungo, costoso, e può essere stressante per il cane e il proprietario. Se il cane ha frequenti crisi epilettiche associate alla meningite possono essere utilizzati farmaci antiepilettici, ma devono essere utilizzati con cautela.

L’attenzione e la cura sono essenziali per il trattamento della meningite nei cani. La terapia endovenosa o sottocutanea di liquidi, integratori alimentari e la somministrazione di farmaci per il dolore sono necessari per gestire i casi più gravi.

I proprietari di cani affetti da meningite dovrebbero consultarsi spesso con il veterinario, per modificare le opzioni di trattamento durante il periodo della malattia. Nei casi più gravi di meningite si sceglie per il trattamento ospedaliero per prevenire possibili complicazioni e mantenere il cane idratato.

Prevenzione e prognosi

Attualmente non esiste alcun modo per prevenire la meningite nei cani, oltre a evitare la causa della malattia di origine.

Come con la maggior parte delle malattie si consiglia un’alimentazione equilibrata e con cibi di alta qualità, acqua fresca e pulita, una buona igiene e almeno due controlli veterinari l’anno.

La prognosi per i cani affetti da meningite varia a secondo del tipo e dalla risposta del cane al trattamento con antibiotici.

Alcuni cani muoiono nonostante il trattamento, mentre altri recuperano completamente. La diagnosi precoce e il trattamento aggressivo aumentano notevolmente le probabilità di guarigione.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere