Mercoledi' 28 Giugno 2017

Tracce di sangue nella pipì del Gatto: possibili cause

  • Pubblicato il:  18/08/2016

Vedere tracce di sangue nella pipì del proprio gatto può essere motivo di grande preoccupazione per un proprietario.
Fortunatamente, molti gatti che presentano un episodio di ematuria (sangue nelle urine) mostrano segni che risolvono rapidamente con i trattamenti adeguati e relativamente semplici.

Collegamenti sponsorizzati

Le due principali cause di sangue nelle urine di un gatto sono la cistite e le malattie delle basse vie urinarie (FLUTD).

Cos'è l'ematuria?

La presenza di sangue nella pipì si chiama ematuria.
Può essere identificata dalla presenza di urine rosa, rosse, marroni o nere, o dalla presenza microscopica di cellule del sangue.

In genere viene effettuato un esame delle urine per aiutare a determinare se il sangue proviene dalle vie urinarie o è il risultato di una condizione che colpisce la coagulazione.

Gli esami del sangue sono di solito necessari per verificare o escludere un sanguinamento o altri disturbi della coagulazione.
La diagnosi più comune, che è causa di ematuria nei gatti, è la cistite.

Cos'è la cistite?

La cistite è un termine generale che indica l'infiammazione della vescica urinaria.
Il termine cistite non implica una causa specifica.

Nei gatti, le malattie del tratto urinario inferiore, cioè la vescica e l'uretra, sono spesso classificati con il termine "malattia del tratto urinario inferiore" o FLUTD.

Usiamo questi ampi termini medici perché può essere difficile distinguere tra le varie malattie della vescica e dell'uretra, e molte condizioni influenzano l'intero tratto urinario inferiore.

Se il vostro veterinario elimina tutte le diagnosi specifiche che causano ematuria, la condizione viene definita malattia "idiopatica" felina del tratto urinario inferiore (iFLUTD).

Alcuni veterinari possono utilizzare anche il termine cistite idiopatica felina (FIC) per descrivere questa condizione.
Idiopatica è un termine che significa che la causa esatta non è nota.

Clicca per ingrandire le foto

Quali sono i sintomi della cistite nel Gatto?

I sintomi tipici della cistite o FLUTD nei gatti sono associati con l'infiammazione e l'irritazione del tratto urinario inferiore.

I segni clinici comuni sono:
- Aumento della frequenza della minzione, chiamato pollachiuria

- Difficoltà a urinare o disuria. (Gatti colpiti spesso trascorrono molto tempo a sforzarsi nella lettiera e riuscendo a espellere solo piccole quantità di urina. Molti proprietari di gatti confondere questi sintomi o con la stitichezza)

- La presenza di sangue e urine maleodoranti

- Urinare in luoghi insoliti, come su mobili, pavimenti e angoli, chiamato periuria.

- Miagolio insolito e propensione a leccarsi spesso la regione genitale.

- Impossibilità ad urinare. Il blocco uretrale è più comune nei gatti maschi a causa della loro uretra stretta, e, se non trattata, può essere una complicanza pericolosa per la vita, anche in poche ore.

Quali sono le cause della cistite?

Sangue nelle urine del gatto possono essere presenti per varie cause.

La Cistite e la FLUTD possono causare grave infiammazione della vescica e / o dell'uretra, provocando ematuria.

Mentre molti gatti giovani, sotto i 10 anni di età, possono sviluppare infiammazione della vescica senza alcun motivo, alcune delle cause specifiche comprendono:
- traumi o lesioni fisiche

- disturbi della coagulazione

- calcoli urinari o vescicali (circa il 20% di tutti i casi nei gatti al di sotto dei 10 anni) 

- infezioni batteriche (le infezioni batteriche primarie sono rare nei gatti, anche se le infezioni secondarie possono verificarsi come fattori di complicazione)
- più comune nei gatti più di 10 anni di età - molti gatti anziani avranno entrambi i calcoli alla vescica e una infezione batterica presente

- neoplasia (tumore alla vescica o del tratto urinario inferiore), più comune nei gatti anziani

- anomalie anatomiche, in particolare nei gatti più giovani con problemi del tratto urinario croniche o persistenti

- tappi uretrali, blocco dell'uretra causato da una mix di cristalli o piccoli calcoli (pietre) e materiale infiammatorio

Come viene fatta la diagnosi?

La diagnosi iniziale per un gatto che soffre di ematuria si basa sulla presenza di sintomi compatibili con una infiammazione delle vie urinarie.

Un esame delle urine completo di esame del sedimento è il test diagnostico spesso utilizzato per confermare la presenza di infiammazione o di infezioni delle vie urinarie, ed è spesso eseguita in tempo reale.

Altri test diagnostici includono:
- analisi di laboratorio dell'urina
- coltura batterica e sucettibilità delle urine
- esami del sangue per la ricerca di altre malattie delle vie urinarie, come ad esempio le malattie renali, o i disturbi della coagulazione
- radiografie ( raggi X ) e / o esame ecografico della vescica e dell'uretra


Trattamento dell'ematuria nel Gatto

Il trattamento per l'ematuria felina si basa sulla causa di fondo.

Alcuni trattamenti comuni per il sangue nelle urine, cistiti e FLUTD sono:

- Le infezioni batteriche del tratto urinario inferiore in genere rispondono bene alla terapia antibiotica per due-quattro settimane.

- Per la cistite idiopatica trattamenti come ma la modifica della dieta, farmaci anti-infiammatori, cambiamenti ambientali e favorire una maggiore assunzione di acqua.

- Se un gatto ha un problema di ostruzione dell'uretra, è necessario un trattamento di emergenza per rimuovere il blocco. Nella maggior parte dei casi, l'uretra viene sbloccata e lavate attraverso un catetere.

- Se la causa sono i calcoli vescicali (uroliti), bisogna rimuoverli. A secondo del tipo di pietra presente, si può tentare di scioglierli con una dieta speciale o additivo alimentare, oppure può richiedere la rimozione chirurgica.

Non esiste un trattamento universale per l'ematuria, la cistite o la FLUTD.
Ogni caso deve essere diagnosticato dal medico e il trattamento dovrà essere eseguito su misura per il singolo gatto.
Trattare con successo l'ematuria spesso richiede pazienza e perseveranza.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere