Mercoledi' 26 Aprile 2017

La Tigna del Gatto: cause e cure

  • Pubblicato il:  04/03/2016
Foto La Tigna del Gatto: cause e cure

La Tigna del gatto (o dermatofitosi felina) è tra i disturbi della pelle più frequenti che colpiscono i gatti in tutto il mondo. Nonostante il suo nome, si tratta di una infezione fungina che non ha nulla a che fare con i vermi.

Collegamenti sponsorizzati

I funghi responsabili della tigna nel gatto sono chiamati dermatofiti, organismi microscopici che hanno origine nel terreno, ma possono prosperare come parassiti anche al di fuori del loro habitat.

Una volta radicati nel corpo di un gatto, i funghi prosperano divorando la cheratina, una sostanza proteica che è il principale componente strutturale dei capelli e delle unghie.
Mentre consumano la cheratina, i microscopici funghi si riproducono rapidamente, creando milioni di organi riproduttivi monocellulari (spore) che sono in grado di svilupparsi in nuovi microrganismi.

Quando i dermatofiti vengono a contatto con il tessuto s

ano del gatto, possono verificarsi vari fenomeni:
- Possono essere eliminati dal gatto stesso tramite l'auto-pulizia;
- Possono essere debellati da altri microrganismi più forti;
- Possono stabilizzarsi sulla pelle senza causare reazioni avverse;
- Nel peggiore dei casi, possono stabilirsi in massa sulla pelle del gatto e causare dermatiti, una malattia infiammatoria che può manifestarsi in tante varietà sgradevoli.

Se non trattata, la tigna del gatto potrebbe portare alla caduta dei peli e la sua pelle sarà esposta all'ambiente, aumentando il rischio di ferite della pelle e di infezioni.

Inoltre la tigna è una malattia che fa parte delle zoonosi, quindi può essere trasmessa da un gatto infetto ad un essere umano, rappresentando una seria minaccia per le persone e per gli altri gatti.

I più chiari e comuni segni clinici della tigna felina sono i seguenti:
- Aree circolari di perdita di pelo
- Alterazioni del mantello e del colore della pelle
- Presenza di zone infiammate della pelle
- Toelettatura eccessiva e graffi
- Presenza di sostanza simile alla forfora.

Se sospettate che il vostro gatto abbia contratto la tigna, recatevi subito da un veterinario, anche per escludere la presenza di altre condizioni dermatologiche, come ad esempio l'allergia della pulce.

Il veterinario può esaminare il pelo del gatto con una lampada a una luce ultravioletta di Wood, e farà una diagnosi precisa.

Se viene diagnosticata la tigna, il trattamento tipico richiede l'applicazione di farmaci antifungini topici in tutte le zone infette e, nella maggior parte dei casi, un farmaco sistemico.

Ci vorranno almeno sei settimane di ripetuti trattamenti per curare completamente un'infezione felina da tigna, e a volte anche di più.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere

Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi